OPPIDO MAMERTINA (RC) – Scopelliti: ”Applausi della gente incoraggiano il nostro percorso di riforma sanitaria”. Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha preso parte alla cerimonia di inaugurazione dei locali ristrutturati dell’ex presidio ospedaliero di Oppido Mamertina. All’appuntamento, oltre al Governatore della Calabria, erano presenti, tra gli altri, Monsignor Francesco Milito vescovo della diocesi di Oppido Palmi, il direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria Rosanna Squillacioti, il sindaco di Oppido Bruno Barillaro e l’assessore provinciale Domenico Giannetta.

“Due anni fa – ha evidenziato il Presidente Scopelliti – avevamo assunto l’impegno di recuperare questa struttura a nuove funzioni, dismettendo quelle ospedaliere, restituendogli dignità attraverso un percorso che comprende anche il progetto di 30 posti letto di lungodegenza ed una serie di servizi legati ad ambulatori ed alla polispecialistica. Interventi mirati a dare risposte utili. La cosa che mi ha incoraggiato nel percorso intrapreso sono stati gli applausi che hanno accompagnato, qui sul territorio, l’annuncio che avremmo dismesso le funzioni ospedaliere ed il progetto futuro. Gli stessi applausi che ho ricevuto oggi dai cittadini, segno della maturità della comunità che aveva ben compreso che non era necessario avere l’ospedale sotto casa se questo non era idoneo a fornire risposte ai bisogni della collettività. Ed è questo l’obiettivo che si prefigge la nostra amministrazione dando una funzione nuova e riscontri importanti alle istanze della gente in un’azione sinergica con l’Asp e il suo direttore generale. Scriviamo, quindi oggi, una pagina di buona sanità sul territorio”.

Le attività sanitarie presenti all’interno dell’ex struttura ospedaliera sono concentrate sui due livelli, il P.P.I – Punto di Primo Intervento che da H12 è stato aumentato ad H24, il SUEM 118, il servizio di radiologia, la lungodegenza. Inoltre, lo scorso mese di dicembre, la direzione aziendale ha inoltrato alla Regione Calabria una progettazione preliminare, redatta dal proprio ufficio tecnico, per l’adeguamento funzionale ed ampliamento della lungodegenza, con un modulo previsto di 30 posti letto. In esecuzione al DPGR n. 89 del 18.06.2012, è stato redatto uno studio di fattibilità per la trasformazione dell’ex presidio ospedaliero in Centro di Assistenza Primaria Territoriale per come previsto dal DPGR 34/2011, con le funzioni previste ed in particolare con: Punto di Primo Intervento, Postazione Continuità Assistenziale, Attività Poliambulatoriale, Punto Prelievi, Mini laboratorio, Radiologia, Consultorio Familiare, Dipartimento di Salute Mentale, A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata), U.V.M. (Unità di Valutazione Multidimensionale), Area Accoglienza e Supporto.

Potenziate inoltre le attività Poliambulatoriali. Sono stati infatti assegnati gli incarichi agli specialisti per le branche di Dermatologia, Neurologia, Pneumologia, Otorino, Diabetologia, Fisiatria. m.c.

(Nella foto Monsignor Francesco Milito vescovo della diocesi di Oppido Palmi)