palacomiegoIl sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, ha inaugurato stamani il PalaComieco, la struttura itinerante dedicata al ciclo del riciclo di carta e cartone, che quest’anno celebra i 150 anni dell’unità d’Italia raccontando il ruolo giocato dalla carta nel processo di unificazione. Fino a domenica 10 in piazza Duomo, tutti i giorni dalle ore 9 alle 19, Comieco, Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, in collaborazione con il Comune di Messina e l’Ato Messina3, presenterà un originale allestimento che mostra il ciclo di vita degli imballaggi cellulosici e illustra con la mostra “La carta unisce gli italiani”– che fra i suoi partner annovera FIEG (Federazione Italiana Editori Giornali), Assocarta, Assografici, Federambiente e Fise Assoambiente – il ruolo fondamentale che la carta ha avuto nella formazione dell’opinione pubblica e dell’identità nazionale. “Vi è una costante e sempre viva attenzione dell’Amministrazione comunale – ha detto Buzzanca – al problema complessivo dello smaltimento dei rifiuti, ed è quindi con soddisfazione che ospitiamo l’iniziativa del Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosa, consapevoli del contributo che la città può trarre da Palacomieco. L’opera di sensibilizzazione dei cittadini nello smaltimento e trattamento di questo particolare genere di rifiuti è certamente importante e diviene fondamentale se – come in questo caso – l’opera informativa è rivolta ai più giovani cittadini. Soprattutto attraverso le nuove generazioni, si può avere infatti un contributo importante per operare insieme alla tutela ambientale attraverso il corretto smaltimento, alla minimizzazione degli scarti. Il contributo offerto dal Consorzio è quindi di assoluto rilievo ed auspichiamo sempre maggiori forme di collaborazione con la città di Messina”. L’iniziativa – che ha ottenuto il logo ufficiale delle celebrazioni dell’Unità d’Italia – vuole sottolineare come la circolazione dei giornali, resa possibile dalle innovazioni tecnologiche introdotte nella produzione della carta a metà del 1800, abbia permesso la diffusione capillare degli ideali unitari attraverso riviste e quotidiani, creando le condizioni culturali per la formazione di una coscienza civile. Guide specializzate in educazione ambientale accompagneranno i visitatori all’interno dei tre moduli della struttura itinerante. Comieco vuole evidenziare, con l’iniziativa, il peso fondamentale che la carta continua ad avere nella società contemporanea, anche grazie al corretto riciclo ed alla raccolta differenziata. Antonio Ruggeri, Commissario dell’ AtoMe3, ha dichiarato che “quale autorità di gestione e programmazione del ciclo integrato dei rifiuti in ambito comunale, vi è un impegno per un percorso di crescita ambientale oltre che sociale, promuovendo azioni per lo sviluppo della raccolta differenziata. Grazie all’attivazione dei Centri comunali di raccolta abbiamo registrato un incremento delle percentuali e siamo impegnati in ulteriori progetti per il potenziamento dell’impiantistica e dei servizi. La presenza a Messina di Comieco ci rafforza, creando un ulteriore momento di confronto con la cittadinanza sul percorso intrapreso. Abbiamo sempre puntato al coinvolgimento delle realtà sociali, in particolare delle scuole e quindi delle nuove generazioni, consapevoli che il contributo di tutti potrà portare la città a raggiungere traguardi migliori”. “Il PalaComieco è arrivato a Messina con l’obiettivo di ripercorre idealmente lo storico percorso dei Mille – ha detto Roberto Di Molfetta, responsabile area riciclo&recupero di Comieco – e per mostrare ai cittadini cosa succede alla carta ed al cartone una volta avviati a riciclo grazie alla raccolta differenziata. Nel 2010 ogni abitante di Messina ha raccolto in media 11 kg di carta e cartone, confermando il trend positivo iniziato nel 2009 e mostrando ancora ampi margini di miglioramento sia quantitativi che qualitativi. Nel 2010, a fronte della raccolta differenziata di carta e cartone avviata a riciclo, Comieco ha trasferito al Comune di Messina oltre 120 mila euro in corrispettivi. In caso di incremento dei tassi di raccolta dunque, Messina potrebbe ottenere – oltre agli indubbi benefici ambientali – anche ulteriori vantaggi economici”. Dopo Messina, il PalaComieco farà tappa a Reggio Calabria (dal 14 al 17 aprile), a Salerno (dal 29 aprile al 3 maggio) per concludere a Roma il 5 maggio. Comieco è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base Cellulosica. Il Consorzio ha come compito istituzionale il raggiungimento degli obiettivi di riciclo fissati dalla normativa comunitaria e recepiti dalla legislazione nazionale. A Comieco aderiscono circa 3.400 imprese della filiera cartaria dell’imballaggio. Per realizzare questi obiettivi il Consorzio ha sottoscritto convenzioni sulla raccolta differenziata che coinvolgono l’80% dei Comuni ed oltre 52 milioni di Italiani (dati aggiornati al 31 dicembre 2009).

cittadimessina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 + due =