Il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, auspica che “non ci sia il commissariamento della Sicilia perché se il Governo la commissariasse vorrebbe dire che i debiti poi li paghiamo noi“. Il leader della Lega, prima di salire sul palco per un comizio a Valeggio sul Mincio ha puntualizzato che i debiti della Sicilia “li devono saldare quelli che hanno prodotto il default. Federalismo – ha spiegato – vuol dire questo. Siccome la Sicilia é stata l’antesignana sulla strada del federalismo, dell’autonomia e addirittura dell’indipendenza, perché lo Statuto siciliano è il più avanzato su questo fronte, penso che la questione debba essere risolta in questo modo. Quindi avverto il Governo a stare attento, e che eviti di fare qualcosa che porti i soliti noti a pagare per colpa degli altri. La Sicilia – ha concluso – è in default; il problema quindi lo devono risolvere i siciliani e non un commissario di Governo di Roma che farebbe pagare ancora Lombardia, Piemonte e Veneto, cioé il nord”.(ANSA).