didonna corrado1

Comunicato stampa a firma di Corrado Didonna- presidente “Il Rinnovamento” di Catanzaro: <<Giace da troppo tempo e senza motivo la proposta di Legge nr. 1976 del 21 gennaio a prima firma della deputata Michela Marzano e sottoscritta anche dalla calabrese Jole Santelli , coordinatrice regionale di Forza Italia, che prevede l’introduzione nel nostro ordinamento penale dell’art. 580-bis del reato di istigazione a pratiche alimentari idonee a provocare anoressia, bulimia o altri disturbi del comportamento alimentare (DCA) nonché emanare precise disposizioni in campo sanitario per la prevenzione e la diagnosi precoce dei disturbi alimentari soprattutto tra gli adolescenti.

In Italia , molti giovani soprattutto tra i 12 e i 25 anni, soffrono spesso al loro insaputa, di disturbi del comportamento alimentari tali da indurre spesso a sofferenze psichiche e fisiche sugli adolescenti , che se trascurati o peggio nascosti posso provocare gravi danni all’organismo umano se non addirittura alla morte, come accaduto nei giorni scorsi a Ilaria una ragazza di Chieti , deceduta a 19 anni per anoressia, nella totale impotenza dei genitori e degli amici più cari.

Non si parla molto dei DCA, ma questa “oscura” malattia spesso latente, deve combattuta con una specifica legislazione in materia che punisce chiaramente chi istiga spesso con una scorretta informazione tra i ragazzi ma soprattutto tra le ragazze ad entrare nel tunnel dell’anoressia o della bulimia tra le più conosciute, ma anche di migliaia di altri comportamenti deviati e spesso nocivi per il fisico e la mente degli adolescenti.

In Italia, unico caso in Europa, manca appunto un codice di comportamento che possa punire chi istiga a tali condotte, ma manca anche una seria politica di incentivi alla prevenzione e diagnosi in campo sanitario nel contrasto all’oramai diffuso fenomeno giovanile dei DCA.

In questo senso condividiamo e facciamo anche nostro l’appello della Consult@Noi, in città rappresentata dalla Ra.Gi onlus socio sanitaria di Elena Sodano che si sta prodigando a far conoscere questa tematica con incontri tra i giovani nelle scuole pubbliche di Catanzaro e provincia, di sensibilizzare la politica nazionale e per il nostro territorio regionale l’on. Jole Santelli – unica deputata calabrese firmataria della proposta di Legge in questione , affinché si ponga una forte attenzione del Governo Renzi, all’atto parlamentare che giace da tempo e senza motivo nella XII commissione “Affari Sociali” della Camera dei Deputati, che rappresenta una speranza nonché un vera battaglia di civiltà nel complicato del contesto sociale italiano oltre per le numerose famiglie e gli adolescenti , che in questo momento lottano contro questa “silente” piaga che miete a tutt’oggi numerose vittime innocenti!>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto + = 13