A Bovalino (RC), Comune della fascia jonica reggina che conta poco più di 9 mila abitanti ci sono voluti ben 35 anni per vedere bandito (l’ultimo era stato espletato nel lontano 1986) un nuovo concorso per Vigile Urbano (oggi, Agente di Polizia Locale), una carenza sicuramente della politica passata che negli anni non è riuscita a mettere mano in questo delicato settore che via via andava assottigliandosi sempre più a causa dei vari pensionamenti e che, ultimamente,  poteva contare solo sulla presenza di 2 unità, di cui una è tuttora Comandante facente funzioni (f.f.).

Merito, quindi, di questa giovane Amministrazione che sta rivoluzionando non solo il modo di fare politica, ma anche quello di concretizzare i grandi sforzi che quotidianamente mettono in campo i dirigenti ed i dipendenti comunali dei vari Uffici che con grande impegno e passione portano avanti la macchina burocratica del paese. Proprio su questo tema il Sindaco, Vincenzo Maesano, nel suo intervento ha detto: “Questo è un momento storico, visto il lungo lasso di tempo trascorso inspiegabilmente. Anche questo momento rappresenta, quindi, un netto cambio di passo che questo paese e la sua comunità hanno voluto intraprendere in questi ultimi anni cercando, in ogni modo, di consolidarlo con la concretezza e con i risultati che ormai sono sotto gli occhi di tutti.

La qualifica di Agente della Polizia Locale è molto importante -ha detto Maesano, rivolgendosi al neo Agente- anche perché racchiude  in se quel carattere di rappresentatività che ci fa sentire particolarmente vicini ai cittadini e per questo il mio augurio è quello di intraprendere, da subito,

un percorso collaborativo con tutti, soprattutto con i dipendenti comunali che sono un serbatoio inesauribile di esperienza dal quale attingere mentre, per contro, anch’essi potranno trarre importante slancio motivazionale dalla sua giovane età e dalla sua assoluta voglia di far bene; sono certo che ciò non può che andare a vantaggio di tutta l’amministrazione, ma anche dell’intera comunità bovalinese, quindi …benvenuto tra noi!”

Il nuovo Agente di Polizia Locale è Francesco Commisso, classe ’96, residente a Marina di Gioiosa Jonica dove vive con la famiglia, è celibe. Questa è la sua prima esperienza alle dipendenze della Pubblica Amministrazione, prima di adesso erano stati diversi i lavori occasionali che aveva espletato con profitto. La sua assunzione avviene a seguito della sua partecipazione al concorso pubblico bandito lo scorso anno dal Comune di Bovalino (Rc) per nr. 1 posto d’Istruttore di Vigilanza, Cat.C, posizione economica C1, a tempo indeterminato e parziale (18 ore settimanali). Per dovere di cronaca ricordiamo che l’assunzione di Francesco Commisso avviene per rinuncia da parte delle prime due in graduatoria, rispettivamente: Antonella Bentivenga e Laura Pelle.  

Seduti tra i banchi dell’Aula, presi da una comprensibile emozione, anche i genitori, parenti ed amici del nuovo Agente di Polizia Locale, Francesco Commisso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 3 = nove