La titolare del Viminale, accolta dal prefetto di Perugia Cardellicchio e dal sindaco Vitali, ha visitato i mosaici della villa romana di Sant’Anna, la cappella Baglioni del Pintoricchio e la pinacoteca civica. Cerimonia di assegnazione della cittadinanza onoraria al curatore della mostra ‘Aurea Umbria’ Manfredi.

 «Il problema delle infiltrazioni criminali tocca tutte le regioni italiane e forse l’Umbria è una di quelle più esenti. Bisogna vigilare molto, stare attenti e mettere in atto quei provvedimenti per evitare infiltrazioni che potrebbero mettere in dubbio le qualità di questa stagione straordinaria». Lo ha detto il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, giunta oggi a Spello per visitare la città ed assistere ad alcuni appuntamenti culturali, accompagnata dal prefetto di Perugia Vincenzo Cardellicchio e dal sindaco Sandro Vitali. Presenti, tra gli altri, il presidente della regione Catiuscia Marini ed i vertici provinciali delle Forze dell’ordine.

 Rispondendo ai giornalisti sul problema della droga in Umbria, Cancellieri ha sottolineato che «purtroppo questo problema c’è soprattutto a Perugia, dove – ha osservato – è molto forte e sentito forse per la popolazione studentesca». Ha poi sottolineato: «Bisogna lottare, lottare, senza fine».

 In merito ad una maggiore presenza delle Forze dell’ordine nella regione, secondo il ministro «occorre trovare le energie e le risorse” per attuare questo progetto, anche se, ha precisato, «non è facile», esortando tuttavia a lavorare molto «per preservare questi territori che hanno un’elevatissima qualità della vita». «Dobbiamo aiutare a mantenerlo – ha proseguito – ma anche a migliorarlo. La guardia resta alta».

 Cancellieri ha visitato stamani i mosaici della Villa Romana di Sant’Anna, la cappella Baglioni del Pintoricchio e la Pinacoteca civica, per poi recarsi presso il palazzo comunale dove è allestita la mostra ‘Aurea Umbria. Una regione dell’Impero nell’era di Costantino’, curata dallo storico e scrittore Valerio Massimo Manfredi, al quale sarà conferita la cittadinanza onoraria del comune in presenza del ministro. Ad illustrare alla titolare del Viminale il percorso espositivo il preside della facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Perugia Giorgio Bonamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei − 3 =