Il Ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, oggi a Messina, per una visita ispettiva al parcheggio d’interscambio “Zaera Sud”, ha posizionato simbolicamente una targa informativa di colore bianco del sopralluogo effettuato, ad evidenziare che l’opera realizzata non ha ancora raggiunto il risultato atteso. Infatti, i lavori sono ultimati e collaudati, ma devono ancora essere ultimati alcuni interventi di adeguamento, attualmente in corso, per ottemperare alle prescrizioni del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, necessari al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI) per rendere funzionale l’area di parcheggio pari a 5.200 mq. Il sopralluogo del Ministro, che è stato accompagnato dal Commissario straordinario, dott. Luigi Croce, dall’Assessore regionale ai Trasporti, Nino Bartolotta, e dal dirigente del Dipartimento comunale Programmi Complessi, ing. Mario Pizzino, è stato programmato a seguito delle visite compiute a novembre scorso da un team di amministratori pubblici che ha visionato venti interventi in Campania e venti in Sicilia, sui quali sono stati investiti fondi europei per circa un miliardo di euro. Al ministro, dopo l’incontro in prima mattinata a palazzo Zanca, è stato consegnato il report, redatto dal direttore dei lavori, ing. Salvatore Saglimbeni, e dal responsabile del procedimento, ing. Domenico Manna, con le criticità riscontrate nella costruzione del parcheggio di interscambio denominato Zaera Sud, uno degli interventi infrastrutturali strategici nel Comune di Messina.

 “La mia visita – ha detto il ministro Barca – rientra nel quadro dei sopralluoghi effettuati sulle opere finanziate con fondi comunitari. E’ nostra intenzione verificare l’effettivo risultato conseguito e la fruizione delle infrastrutture. Entro sessanta giorni, intorno a metà aprile, il parcheggio sarà pronto per l’utilizzo e noi avremo il piacere di togliere la targa informativa. Con il Commissario Croce ci siamo detti che l’impegno va oltre la nostra funzione”. Il ministro ha preso atto che, ultimati gli interventi richiesti dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il parcheggio potrà essere messo in esercizio, dato che la sua gestione è già stata assegnata all’Azienda Trasporti di Messina con delibera della Giunta municipale del maggio 2012. L’opera infatti risulta completata già dall’ottobre 2011, quindi nel rispetto dei tempi contrattuali, nonostante le difficoltà amministrative derivanti dalla costante discontinuità tra le amministrazioni succedutesi fin dalla genesi del parcheggio, che hanno modificato nel tempo le scelte prima di pianificazione, poi operative a partire dal finanziamento (prima legge Tognoli, e poi il finanziamento a totale carico dei fondi europei). Come altre infrastrutture, anche il Zaera sud, è stato caratterizzato da un intervallo temporale, tra ideazione e realizzazione, estremamente lungo, anche in considerazione di sopravvenuti mutamenti del quadro normativo e della necessità di tenere conto della presenza di sottoservizi telematici e di telefonia (cavi a fibre ottiche, rete Fastweb, sistema giudiziario ed autostradale) di primaria rilevanza, interferenti con la struttura, non segnalati al momento della progettazione dalla società che gestisce tali reti. Superate tali empasse, si sono però registrati ulteriori ritardi per il finanziamento dell’ultima perizia di variante suppletiva, contenuta nell’ambito dell’originario finanziamento, la ripresa dei lavori, nel marzo 2011, ha permesso il completamento dell’opera.

Rispetto alle criticità rilevate dall’UVER del Ministero per la Coesione Territoriale si è precisato che la visita di controllo del 29 novembre 2012, è stata fatta solo tre giorni dopo il collaudo amministrativo, quando ancora il parcheggio era nella custodia dell’impresa appaltatrice. Nel frattempo sono stati eseguiti gli interventi di pulizia e quant’altro di competenza per eliminare le carenze funzionali rilevate come l’odierna visita ha potuto evidenziare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre × = 18