NT3A3596 [1600x1200]I “Tesori del Mediterraneo” stanno vivendo la parte più intensa e coinvolgente del loro svolgimento. Le semifinali di Sabato pomeriggio, svoltesi con un mare ancor più agitato del giorno precedente e l’ormai costante vento molto teso da nord, hanno dato il loro responso definitivo. Sotto gli occhi del pubblico del lungomare e delle spiagge attrezzate, gli equipaggi hanno regatato con il massimo dell’impegno pur di assicurarsi un posto tra i cinque disponibili per la finale. A disputarla, nella giornata conclusiva, saranno, nell’ordine di corsia, i seguenti equipaggi:

 1- Provincia di Salerno

 2- Comune di Reggio Calabria

 3- Regione Calabria

 4- Regione Basilicata

 5- Comune di Amalfi

 Le telecamere, sempre nella serata di sabato si sono quindi spente sul bacino di regata per riaccendersi quasi subito sul palco allestito presso l’Arena Ciccio Franco, dove era stato predisposto un elegante studio per ospitare il consueto talk-show televisivo con ospiti del mondo politico, istituzionale ed amministrativo degli enti coinvolti nel grande progetto della manifestazione. Moderato dal giornalista Carlo Arnese, si sono confrontati Domenico Giannetta (Ass, alle attività produttive della Provincia di Reggio Calabria), Alfonso Spada (Ass. alla manutenzione programmata del territorio del Comune di Amalfi), Lelio De Santis (Ass. turismo e bilancio del Comune dell’Aquila), Andrea Cuzzocrea (Presidente Confindustria Reggio Calabria), Demetrio Arena (Ass. attività produttive della Regione Calabria) e l’organizzatore dell’evento Paolo Catalano.

Seguito in diretta streaming (Calabrialive.tv e Applive) e da un folto pubblico accomodato di fronte al palco, gli ospiti si sono alternati con interventi di notevole spessore che sono stati unanimemente orientati verso la valorizzazione delle progettualità notevoli del territorio, proprio come quella che sottintende ai “Tesori del Mediterraneo”, evidenziando come questa manifestazione, nel suo realizzarsi, costituisca un crocevia privilegiato per scambi politico-istituzionali che oltre all’immediato ritorno economico e di immagine, potrebbero costituire la base dalla quale muovere importanti e determinanti passi verso un intenso e duraturo scambio programmatico, perorando la creazione di una rete che costituisca il volano per uno sviluppo turistico di tutte le regioni, su vasta scala. Crescita infrastrutturale ed attenzione politica verso chi realizza azioni che hanno una ricaduta importante sul territorio, sono stati indicati da tutti come i principali interventi per una ripresa e riscossa rispetto ad una congiuntura economica avversa come quella che si sta vivendo. Demetrio Arena, in particolare, ha sposato la tesi della fine di una politica che elargisca risorse “a pioggia”, senza tenere conto della valenza e del ritorno socio-economico di iniziative private che, solo in tal caso, potranno contare del pieno supporto degli enti, tesi questa condivisa appieno da Domenico Giannetta che, sull’esempio dei numeri proposti dall’evento in corso, proposto da quasi un decennio dalla “Nuovi Orizzonti” ha individuato nel turismo e nella sua promozione la principale economia da incentivare e sostenere in Calabria. In chiusura della trasmissione, protrattasi per i tanti argomenti esposti, ben oltre i tempi stabiliti, Paolo Catalano ha rassicurato tutti, rispondendo alla domanda che la gente di ogni giorno gli ha di sovente rivolto in queste serate, incontrandolo presso la location dell’evento e cioè:- Ci saranno ancora i “Tesori” il prossimo anno? Catalano ha rassicurato tutti, affermando che, con la sua determinazione, la sua passione, la “lucida follia” imprenditoriale e con la giusta attenzione politica, non meramente economica e le opportune sinergie, il 2014 vedrà la nona edizione della kermesse, magari ancor più protesa anche verso le nazioni vicine di quel Mediterraneo all’interno del quale il progetto dei “Tesori” insiste.

Subito dopo il talk-show è giunto il momento dello spettacolo. Condotto dall’avvenente e verace Pasqualina Sanna affiancata dalla travolgente comicità di Massimiliano Pipitone; “I Giochi delle Dee” hanno regalato, allo straripante pubblico dell’arena, una serata divertente e spensierata, all’insegna della musica con i ritmi estivi di Valerio M, Tony La Rocca e Kiello (Enamorada) e scandita dalle performance delle miss che si sono esibite rivelando doti di artistiche insospettate ed un carico di simpatia che ha strappato applausi a ripetizione al pubblico che ha colmato l’arena in ogni ordine di posto. Apprezzatissime le esibizioni della Lion Dance di Cristina Lazzarino e le uscite delle miss con gli abiti realizzati da due giovani stilisti calabresi Giulia Pietropaolo e Pietro Monterosso. Domenica, giornata conclusiva, nel tardo pomeriggio, finalissima della “Regata del Mediterraneo” e, in serata, riflettori ancora una volta accesi sul palco dell’arena Ciccio Franco per la serata conclusiva “L’Olimpo degli Dei”, sempre sotto l’attenta regia artistica di Roberto Vecchi, affidata alla conduzione di Massimiliano Pipitone che verrà accompagnato da un’altra bellissima del panorama televisivo, vale a dire Melita Toniolo. Nel corso della serata si esibirà anche la famosa cantante Roberta Bonanno e verranno incoronate le miss coi titoli di Miss Moda Camera Regionale della Moda Calabria, Miss Cinema Film Commission, Miss Venere del Mediterraneo; verranno inoltre premiati gli equipaggi del podio e consegnato il trofeo a quello vincitore della Regata del Mediterraneo, il tutto sempre in diretta, per la regia di Lorenzo Amadeo, su Calabrialive.tv e Applive.com.