SQUILLACE – “I colori della Calabria” è il titolo della personale di pittura di Caterina Rizzo allestita nella Saletta Capitolare Gotica della Chiesetta di Santa Maria della Pietà di Squillace. Visitabile sino a domenica, la mostra è stata programmata dalla Precettoria di Squillace del Sacro Ordine Internazionale dei Cavalieri Templari, rappresentato dall’avvocato Lorenzo Carnevale, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, delle Edizioni Ursini e dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro.

“Il titolo della mostra – commenta Vincenzo Ursini, presidente dell’Accademia dei Bronzi – riassume in modo eloquente l’arte della pittrice, ma soprattutto la sua variegata tavolozza, fatta di bellissime tonalità che vanno dal blu cobalto all’azzurro tenue, dal rosso fuoco al verde smeraldo. Sono, insomma, i colori della nostra Calabria, caldi e invitanti, attraverso i quali la pittrice illustra angoli e paesaggi mozzafiato, protagonisti indiscussi del nostro vivere quotidiano. Più che appropriata è la location: la «Chiesetta di S. Maria della Pietà», definita come un piccolo prezioso gioiello di architettura gotica nella quale è palpabile la presenza dei Templari”.

Nata a S. Domenica di Ricadi, Caterina Rizzo vive e lavora a Pizzo. Ha iniziato a usare i colori all’età di dodici anni, realizzando le prime opere su carta.

Nel novembre 2011 ottiene il premio “Arte incontro” promosso e organizzato dall’Accademia dei Bronzi. Subito dopo conosce il professore Vittorio Sgarbi che la sprona a continuare con pazienza e dedizione. Ha quindi partecipato a numerose rassegne nazionali, ottenendo importanti riconoscimenti. Uno per tutti, la Medaglia del Capo dello Stato alla IV edizione del Premio “Vivarium”, per l’opera “Nel nome del Padre: omaggio a Giovanni Paolo II”.