Nel corso di un servizio di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, in piazza Cupani vicino alla stazione ferroviaria, hanno tratto in arresto L.M.S., nato in Tunisia, classe 1993, domiciliato presso una comunità, per il reato di rapina. Il giovane tunisino era penetrato all’interno di una vettura in sosta, alla cui guida vi era un giovane ventenne e, con atteggiamento minaccioso, gli aveva chiesto la consegna del denaro in possesso, iniziando a frugare prima, tra i vani portaoggetti del veicolo, e poi negli abiti asportando il giubbotto della stessa vittima. Successivamente, il rapinatore in compagnia di un complice, che nel frattempo era rimasto fuori dall’auto, facendo da “palo”, si allontanava repentinamente. La gazzella dei Carabinieri, di pattuglia in zona, sentito il giovane rapinato, riusciva poco dopo a fermare il tunisino ed, a seguito della perquisizione personale a rinvenire alcuni effetti personali custoditi nelle tasche del giubbotto rubato. Il rapinatore ammetteva le responsabilità venendo così arrestato, e dopo le formalità di rito, associato presso la locale casa circondariale “Ucciardone” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono in corso le indagini per l’identificazione del complice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − = sette