Nel centro jonico la minoranza mette in dubbio l’operato dell’attuale amministrazione attraverso locandine che spiccano nei bar e sui muri delle strade più frequentate. Comunque a Guardavalle, al contrario di quello che si dice, i panni sporchi non si lavano in famiglia, ma si lavano in pubblico. E’ la realtà, le controversie politiche tra l’amministrazione e l’opposizione non si discutono solo a Palazzo S. Agazio, ma li troviamo sui muri e sulle vetrine, affinchè tutti li possano leggere. Sembra di vivere in un’altra realtà.

Ciò ha avuto inizio qualche mese fa quando il Consigliere Antonio Tedesco, capo gruppo della minoranza, ha messo in dubbio, tramite un’intervista video al nostro sito, l’operato del Sindaco Giuseppe Tedesco e dell’amministrazione.

Antonio Tedesco (PD)

Antonio Tedesco unitamente agli altri consiglieri della minoranza Antonio Scoleri, Giuseppe Ussia e Giuseppe Caristo e successivamente Nicola Bartolo, segretario del Circolo del Partito Democratico locale, hanno criticato duramente i colleghi della maggioranza. Bartolo in un suo comunicato ha scritto rivolgendosi agli amministratori: “La misura è colma. Continua, inesorabile, lo sfascio amministrativo. La popolazione di Guardavalle non può più sopportare tanta incapacità, tanta inefficienza, tanto pressappochismo, tanta superficialità”.

Sono stati ben due gli appuntamenti in piazza del Pd e dei suoi consiglieri.

Il primo a Guardavalle Marina il 13 giugno, tema dell’incontro: “Amministrazione comunale: dopo appena un anno è fallimento totale”.

Il secondo si è svolto il 3 luglio alle ore 19.00 in Piazza Immacolata, organizzato volutamente nello stesso giorno ed alla stessa ora in cui era previsto svolgersi il Consiglio Comunale.

Gli argomenti trattati sono quelli spesso evidenziati:

  •  mancata convocazione del Consiglio Comunale
  •  approvazione bilancio consuntivo
  • approvazione bilancio preventivo
  • fascia a mare
  • eventuale dissesto senza che ve ne siano le condizioni
  • appalto illuminazione votiva del cimitero comunale
  • deliberato a favore dell’ex Comandante dei Vigili Urbani
  • appalto manutenzione fognatura
  • estate: speriamo di non rivivere l’esperienza dell’anno scorso
  • la SoRiCal, società che fornisce l’acqua in Marina, annuncia che ridurrà la fornitura se il Comune non pagherà
  • piano Strutturale Associato
  • lottizzazione di via Pietro Nenni, scaduta senza rispettare gli impegni.

L’ultimo appuntamento della politica in piazza si è tenuto venerdì 20 luglio alle ore 19.00, presso Piazza De Andrè (ex Piazza IP) a Guardavalle Marina, è stato promosso dalla Sezione Locale dell’UDC. Nel corso del convegno sono stati affrontati le difficoltà della politica e tutti i problemi che riguardano l’amministrazione del Comune.

Il congresso è stato presieduto dal Segretario UDC di Guardavalle Tonino Barletta. Sono intervenuti il Presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Passarelli, il Vice Sindaco del Comune di Guardavalle: Antonio Purri. Hanno inoltre partecipato per il PDL il Sindaco Giuseppe Tedesco, per il PD: il Segretario Cittadino Nicola Bartolo, per Futuro e Libertà: il Consigliere Nicola Lucifero, per i Riformisti: Giovanni Mosca. Hanno concluso i lavori Antonio Purri, Componente Comitato Provinciale UDC, e Francesco Manti, Presidente Comitato Regionale UDC. L’incontro si è svolto davanti ad un pubblico non molto numeroso.

Antonio Purri (UDC)

Antonio Purri, esponente dell’UDC ha dichiarato in merito: “la manifestazione è stata ben organizzata e ben riuscita. Il fatto di aver raccolto intorno ad un tavolo le forze politiche, per discutere, certo ognuno con le proprie idee con le proprie decisioni interne anche di partiti, è una cosa positiva .

Quindi messi in qualche modo a confronto sicuramente è un fatto utile, è un fatto di democrazia, è un fatto di discussione aperta. Ci sono state degli spunti polemici, anche da parte mia, perché dovevo ribadire alcuni concetti anche in ordine ad attacchi di carattere personale che io certamente non condivido”.

 Il Segretario del Circolo PD di Guardavalle Nicola Bartolo ha riferito chela manifestazione poteva avere certamente un carattere per il colloquio tra le forze politiche in questo momento. Non è stato così in quanto si è rivelata assolutamente una iniziativa da campagna elettorale non dovuta agli amministratori. Intanto – prosegue Bartolo – l’intervento iniziale del Vice Sindaco è da condannare assolutamente perché non ha fatto altro che attaccare, in modo neanche tanto elegante, l’ex assessore Caristo.

Se l’UDC aveva invitato le altre forze politiche non doveva trattare prettamente fatti amministrativi vecchi che ormai,credo, non interessino più alla gente. Sarebbe stato utile che si approfondisse l’argomento della fascia a mare, bene sociale che sta per essere svenduto con la scusa della concessione a privati. Questo è un fatto gravissimo cui ho cercato di porre l’attenzione, ma non c’è stata una risposta esauriente su questo tema. Certo noi continueremo, continueremo perché la fascia a mare è bene pubblico da tutelare. E’ un fatto a cui ci teniamo tantissimo e faremo, come già annunciato dal nostro Capo Gruppo, tutte le battaglie democratiche che ci sono da fare. Anche perché, ripeto, c’è da domandarsi chi è interessato ad affittare questo bene comune.

Qualsiasi intervento su aree e beni pubblici, a mio giudizio, va sottoposto non solo all’opposizione ma anche alla cittadinanza, perché secondo noi il bene pubblico è di tutti i cittadini. Abbiamo un’unica “fascia a mare”  – conclude il Segretario del PD – il bene più prezioso, a mio giudizio, che ha il comune di Guardavalle e merita una discussione, anche un referendum, in ogni caso sarebbe opportuno che a decidere fossero i cittadini guardavallesi.”

Quando sarà il prossimo incontro? Naturalmente noi di CostaJonicaWeb manterremo il nostro ruolo che è quello di informare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − = tre