(Nella foto il Consigliere Aisla Vincenzo Soverino) – Anche Guardavalle si è messa in moto “per aiutare chi non può muoversi”. In occasione della giornata nazionale Aisla 2011, l’associazione “Piccolo sorriso” di Guardavalle si è fatta portavoce dello slogan della onlus presieduta da Mario Melazzini rinnovando così, anche per quest’anno, l’appuntamento con la raccolta fondi. Edificante e proficuo questo gemellaggio solidale instauratosi tra il centro ionico e l’associazione che, dal 1983, è attiva su scala nazionale per promuovere la divulgazione della sclerosi laterale amiotrofica, una patologia dalla diagnosi ancora problematica in quanto accertabile solo “per esclusione” e che, in media, conta ben 3 nuovi casi al giorno solo in Italia. Garantire un supporto economico e morale a quanti ne sono colpiti anche indirettamente ed incentivare la ricerca scientifica tramite la sintesi dei dati epidemiologici rilevati sono le prioritarie finalità perseguite dall’organizzazione la cui lotta vuol impedire che quella stessa progressiva degenerazione che annichilisce la struttura muscolare possa contagiare ed avvilire anche la dignità. Il messaggio filantropico trova a Guardavalle un’attenzione particolare grazie ad un ambasciatore d’eccezione, Vincenzo Soverino che, guardavallese e componente del consiglio nazionale Aisla, ha avviato nel suo paese d’origine diverse campagne di sensibilizzazione sempre corrisposte da una consistente partecipazione dei cittadini e delle istituzioni presenti. Tra queste anche la società “Fc Guardavalle” che, nel 2009, ha appuntato sulle proprie maglie di gara il logo di solidarietà Aisla diventandone, così, testimonial “sul campo”. La successiva adesione di altri club ha allargato la “curva” dei supporters rafforzata, oggi, da tutto il panorama calcistico che, della Sla, ha avuto esperienza diretta essendone stati colpiti alcuni tra i suoi campioni come l’indimenticato capitano genoano Gianluca Signorini e il combattivo Stefano Borgonovo, tenace nel portar avanti la sua battaglia.

Gazzetta del Sud – Angela Vetrano