Secondo quando afferma, tramite un comunicato,  il Circolo Pd di Guardavalle “Le dimissioni di un Sindaco, soprattutto da quando c’è l’elezione diretta del primo cittadino, sono sempre un fatto politicamente negativo, perché interrompono un percorso avviato dalla volontà popolare espressa con il voto. Le dimissioni del Sindaco Giuseppe Tedesco sono l’epilogo di una vicenda politico – amministrativa che ha mostrato, fin dal suo esordio, molte debolezze e divisioni interne che, con il passare del tempo, sono diventate sempre più evidenti e gravi.

Nicola Bartolo

Le trattative – dichiara il Circolo – non sono state interrotte: ecco perché le annunciate dimissioni del Sindaco ci sorprendono. Capiamo politicamente ed umanamente le amarezze che sono alla base di una decisione così difficile che, lo ribadiamo, evidenziano la fine, comunque si concluda questa triste storia, di una compagine amministrativa nata male e proseguita ancora peggio. Riteniamo che il Sindaco debba compiere un gesto di grande responsabilità verso la popolazione alla quale egli dice (e noi gli crediamo) di essere legato: evitare il dissesto. I tempi non consentono ulterioriritardi.

Noi ci auguriamo – continua la nota – che il legame del Sindaco Giuseppe Tedesco con la gente di Guardavalle, manifestato con tanta sensibilità nella sua lettera di dimissioni, diventi un fatto concreto attraverso un atto politico che sicuramente sarà apprezzato da tutti: eviti il dissesto finanziario se non vuole essere ricordato comeil Sindaco responsabile di una grave “sciagura” politica.

In conclusione:Il PD farà fino in fondo la sua parte. Ci interessano molto poco, e le apprezziamo ancora meno, le considerazione dell’On. Tallini sullavicenda di Guardavalle.Sarebbe facile dire: ”Da quale pulpito…!”; ma ci fermiamo qui e ribadiamo soltanto che noi non volevamo e non vogliamo un “ribaltone”, bensì piena assunzione di responsabilità da parte dei due più grandi partiti di Guardavalle per superare un momento di grave difficoltà. Questa era e, coerentemente con gli impegni assunti, questa rimane la nostra linea.”Noi apprendiamo con sorpresa – prosegue il comunicato –  la decisione del Sindaco di abbandonare il campo, perché, come è noto a tutti, c’erano trattative in corso tra il PD e il PdL per un’intesa finalizzata ad evitare uno spettro che ormai da mesi si aggira in questo paese: il dissesto finanziario, che sembra essere stato creato ad arte da qualcuno per poi mirare ad altri obiettivi (vedi alienazione dei beni comunali e fascia a mare). Negli ultimi incontri tra le due delegazioni, PdL – PD, guidate dai rispettivi segretari, avvenuti alla luce del sole e nella massima trasparenza, abbiamo constatato e preso atto della volontà del PdL di evitare un vero e proprio dramma che porterebbe il nostro Comune alla stasi assoluta per diversi anni. Infatti i due partiti concordavano di lavorare ad una nuova proposta di bilancio per evitare il dissesto. Proposta condivisa e depositata agli atti del Comune.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × sei =