Come ogni anno (a parte il periodo della pandemia) nel mese di luglio Contrada Pietrarotta a Guardavalle (Cz) si colora della “Festa della Trebbiatura”.

L’evento si è svolto sabato 23 e domenica 24 luglio, un importante viaggio nelle tradizioni locali per rivivere l’interessante momento della mietitura e trebbiatura. Allegria e canti popolari, sotto il sole cocente, mentre avviene la mietitura come momento di vera partecipazione.

L’intento è anche quello di far vedere di come si svolgeva la vita di coloro che lavoravano nei campi, un lavoro rispettoso e difficile, per tramandare ai giovani quella che era una vita povera e semplice, ma molto ricca di contenuti e soprattutto valori collettivi.

Tutto come una volta: mietere il grano fino ad arrivare alla raccolta nel sacco e successivamente dedicarsi al cibo e ballare.

Sabato 23 luglio si è svolta l’inaugurazione del nuovo mulino, realizzato appositamente dall’Azienda Agricola Squillacioti e successivamente il convegno su “La nascita di un nuovo Mulino e lo sviluppo di un progetto di filiera per tutto il comprensorio”.

I volontari dell’Avis hanno trattato invece l’argomento “Grani antichi e celiachia“.

In serata degustazione prodotti tipici ed esibizione Gruppi Folkloristici: AlmaFolk, Francesco Giannini e Lisarusa.

Domenica 24 luglio, la festa culmina con la trebbiatura del grano “Senatore Cappelli” nel corso della quale vi è stata la presentazione delle varie fasi di raccolta. Degustazione prodotti tipici ed in finale l’esibizione del Gruppo Folkloristico “EtnoSound”. 

Molto soddisfatto Mario Squillacioti, responsabile dell’Azienda Agricola Squillacioti, per l’afflusso di turisti e gente del comprensorio che hanno apprezzato, oltre quanto proposto, anche i piatti intramontabili della tradizione guardavallese e calabrese: pasta di casa e zeppole.

Prossimo appuntamento, quindi, luglio 2023.

Video. Tito Lanciano incontra Mario Squillacioti, responsabile dell’Azienda Agricola Squillacioti

 

Galleria foto attuali e di repertorio:

Lascia un commento