chiesetta-guardavalleUn’altra chiesa in via di ristrutturazione a Guardavalle, a darne notizia del finanziamento è il primo cittadino Ussia: <<Un fine anno con il botto per la nostra Comunità, infatti proprio stamattina ho ricevuto una chiamata da Roma dal Ministero, durante la quale mi è stato comunicato che il nostro Comune (273 comuni di tutta Italia hanno avuto il finanziamento e della Calabria solo 7), ha ricevuto un importante finanziamento di 619.574,00 per la ristrutturazione della Chiesa Santa Maria delle Grazie – Cimitero vecchio.
Chi semina raccoglie e noi in questi anni abbiamo seminato tanto e con l’arrivo dell’anno nuovo arriveranno i frutti del duro lavoro fatto.
Voglio informarvi di questo nuovo finanziamento con una breve cronistoria.
I primi giorni di Maggio 2016, il Premier Matteo Renzi, attraverso un comunicato stampa, spiegava che il Governo avrebbe messo a disposizione 150.000.000 di euro per i piccoli comuni d’Italia per recuperare i luoghi culturali dimenticati, ed attraverso bellezza@governo.it, bisognava inoltrare delle schede dove si richiedeva il finanziamento, attraverso una Commissione che doveva selezionare gli interventi migliori.
Con diversi tecnici del luogo, che ringrazio pubblicamente, sempre disponibili a dare una mano ci siamo messi a valutare quali potevano essere gli interventi da prendere in considerazione e da inoltrare al Governo Centrale.
Le schede che abbiamo inoltrato sono state diverse, dal Palazzo S. Carlo per un teatro, al Palazzo Trua, alla riqualificazione e valorizzazione architettonica e paesaggistica dell’arco di trionfo “località Mantegna” , alla riqualificazione e valorizzazione architettonica e paesaggistica della fonte Jacuju e relativo collegamento al Calvario, all’ intervento di riqualificazione e valorizzazione architettonica e paesaggistica della fonte “Acquavana”, il tutto da destinarsi ad attività di svago e didattico-culturali.
Il Governo Renzi ci ha premiato valutando positivamente l’intervento di riqualificazione e valorizzazione architettoniche e paesaggistiche, attraverso opere di recupero, restauro e risanamento conservativo della Chiesa di S. Maria delle Grazie e Cimitero Vecchio, da eseguirsi sugli immobili della Chiesa e il parco circostante, da destinarsi ad attività religiose didattico-culturali.
Vi do qualche notizia in più di questa chiesa che si trova a Guardavalle: La Chiesa di S. Maria delle Grazie è collocata su un’area panoramica che si affaccia sul fiume Lanzo, sul centro abitato e sulla campagna. Tale luogo, parecchio suggestivo, ha un’estensione di circa 2300 mq e una quota maggiore rispetto a quella del centro abitato di Guardavalle.
L’area della Chiesa è attualmente inutilizzata e versa in uno stato di abbandono, ma preserva ancora un notevole grado di pregio ambientale e paesaggistico, oltre che storico.
La Chiesa è priva del suo portone d’ingresso ed entrando si nota subito il suo impianto ad un’unica navata, le pareti della quale presentano pseudo-nicchie e varie rientranze che sul lato sinistro (lato nord) denotano alcune stratificazioni epocali che hanno modificato nel tempo i muri della stessa navata.
La navata termina con un’abside entro cui vi è l’altare, di impostazione settecentesca. Lungo le pareti dell’abside, ai lati dell’altare, vi sono alcune nicchie. Lungo le pareti, in diversi punti vi sono scritte commemorative tipo lapide.
Sulla parete sinistra della navata sono ancora visibili tre affreschi raffiguranti scene importanti della cultura religiosa. E’ visibile un delicato disegno tracciato “a sinopia”, cioè con terra rossa ed ocra che riproduce l’immagine della Pietà, la Madonna tiene tra le braccia il corpo del figlio morto sulla croce. In una seconda raffigurazione vi è l’immagine della Madonna col Bambino e due Santi. Un altro affresco descrive l’immagine del Cristo risorto.>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei − 1 =