In data 21 ottobre 2021 a firma di Genny Pasquino, in qualità di referente della Biblioteca dei Piccoli del Centro di aggregazione sociale di Guardavalle Marina è stata inviata, tramite Pec, una nota alla Commissione Straordinaria del Comune di Guardavalle (Cz) con la quale si propone la realizzazione di due simboliche “Panchine della Gentilezza”, progetto avviato con successo in tutta Italia.

L’evento, se autorizzato, vede la collaborazione dell’Associazione MaryWebEventy e l’adesione di tutte le Associazioni presenti sul territorio.

Le panchine individuate una nella frazione Marina, presso Piazza De Andrè, l’altra nel Centro, ubicata sul Corso Syrleto all’altezza del Palazzo Municipale, verranno (sempre se viene rilasciata autorizzazione) tinteggiate di una tra le tante sfumature di viola attraverso semplici pennellate di vernice. E su di essa verrà riportata una frase “famosa” o creata dai partecipanti dedicata al tema, perché possa essere spunto di riflessione per chi legge.

Nel contesto dell’arredo urbano, oltre che punti di ritrovo e conversazione, le panchine colorate potrebbero rappresentare il simbolo della gentilezza, sensibilizzare e far veicolari messaggi che hanno l’obiettivo di promuovere atti gentili come cortesia, cordialità ed educazione.

Riteniamo che progetti simili siano ad alto impatto sociale a favore del territorio e nella diffusione della “Biologia dei valori” presso la comunità.

Il progetto – riferisce Genny Pasquino – è volto a incentivare l’accrescimento della nostra realtà con l’obiettivo di valorizzare la relazione tra istituzione, cittadino, territorio e natura. La finalità  è anche quella di far diventare la gentilezza un’abitudine sociale diffusa, mettendo al centro bambini/e e ragazzi/e. Ciò potrebbe anche essere promozione di una nuova consapevolezza al benessere individuale, relazionale e collettivo.”

          A prendere parte alla manifestazione saranno invitate tutte le Associazioni attive e le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale a cui è già stato trasmesso l’invito di collaborazione che si ritiene molto utile ed importante.

L’inaugurazione è prevista svolgersi (se autorizzata) sabato 13 novembre c.a., saranno inoltre invitati le Autorità civili, Militari e Religiose locali.

Come in molte parti d’Italia, ormai,  la “Panchina Viola” oltre ad essere un bell’oggetto di arredo urbano, serve a ricordare a tutti i cittadini l’importanza di essere gentili e “fare gentilezza” a sostegno del benessere di tutta la comunità, in particolar modo quello dei bambini/e e ragazzi/e.

L’ideatrice del progetto Genny Pasquino afferma che: <<Un solo atto di gentilezza mette radici in tutte le direzioni, e le radici crescono e creano nuovi alberi. (Amelia Earhart). Sono una sostenitrice ed una promotrice di gentilezza. Alla cattiveria gratuita e alle aggressioni verbali ho sempre risposto con gentilezza. Ho abbandonato incontri e dibattiti con educazione, nelle occasioni in cui hanno cercato di calpestare la mia dignità e in cui irridendo e minimizzando gli effetti che la biblioteca dei piccoli possa avere nel paese, mi ha fatto comprendere che intavolare un’argomentazione ( scevra di antipatie nei miei confronti) sarebbe stata inutile.

Non sono portata per il martirio, lo ammetto con umiltà. Però continuo ad essere coerente e a promuovere atti di gentilezza, per questo ho proposto alla triade commissariale che attualmente amministra il Comune di Guardavalle la verniciatura di due panchine viola. Le associazioni attive sul territorio hanno aderito all’ invito. Attendiamo il riscontro positivo dei Commissari e della Scuola. Nessuno nega la complessità della realtà in cui viviamo ma a tutta l’ attenzione mediatica in chiave negativa, io a nome di tutte per le persone per bene che risiedono qui rispondiamo con i colori della gentilezza. È poco ma noi non abbiamo altri strumenti.>>