IMG_6969Video e foto all’interno – Ieri pomeriggio a Guardavalle Centro, presso la Sala Consiliare, si è parlato di tumori. Un convegno, che si è svolto con successo, organizzato dall’amministrazione comunale a cui vi hanno preso parte il sindaco Giuseppe Ussia, Infermiere Professionale, il Dott. Antonio Tedesco, Medico Chirurgo, il Dott. Roberto Porciello, Oncologo presso la struttura sanitaria di Soverato (Cz), il Dott. Antonio Marasco, Presidente dell’Associazione Sassolini di Catanzaro e la Dott.ssa Ornella Procopio, Psicologa presso il Reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro.

Trattamento e prevenzione dei tumori, questo il tema trattato in un incontro per la durata di oltre due ore al quale, oltre agli esperti,  hanno partecipato un buon numero di presenti  con le loro domande. La serata è stata organizzata al fine di valorizzare la cultura e la conoscenza della prevenzione sanitaria. A dare l’avvio il sindaco Giuseppe Ussia che ha rivolto il benvenuto agli specialisti intervenuti. Il Dott. Antonio Tedesco ha affrontato l’argomento delle criticità del nostro territorio ed in generale della nostra regione. Affermando che la Calabria negli ultimi anni ha fatto passi da gigante per quanto riguarda questo genere di patologie. Il Medico Chirurgo ha parlato poi dei cosiddetti Viaggi della speranza”, sottolineando che gli interventi effettuati in altre regioni sono sempre a carico della regione di residenza e a tutt’oggi la frequenza di questi viaggi è ancora molto alta e significativa.

Da quanto spiegato nel corso dell’incontro, soprattutto da parte del Dott. Roberto Porciello, è emerso che un’alimentazione sana, abbinata ad uno stile di vita corretto può tenere lontano il cancro.

I fattori di rischio principali sono il fumo, la sedentarietà, l’esposizione eccessiva al sole, l’alcool, l’inquinamento ambientale ed appunto i cibi che mangiamo. Bisogna limitare dunque elementi molto calorici, non abusare di cibi troppo zuccherati e soprattutto di carne, abbinandola al pesce, ricco di omega 3, un acido grasso protettivo a livello vascolare.

Mangiare un po’ di tutto, senza abusare di un alimento piuttosto che un altro: questo il segreto per una dieta che riduce al minimo le possibilità di cancro. Un’alimentazione corretta ci salva quindi, insieme a delle analisi periodiche che attestano il nostro stato di salute.

La diagnosi precoce, abbinata a dei controlli di routine, negli ultimi anni ha salvato molte vite. Una buona alimentazione e uno stile di vita sano, rendono subito identificabili e debellabili i sintomi tumorali. Basti pensare che proprio grazie a queste campagne di sensibilizzazione, negli ultimi anni, c’è un 40% in più di sopravvissuti. Il cancro, si combatte anche a tavola.

La Dott.ssa Ornella Procopio, Psicologa presso il Reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Ciaccio di Catanzaro ha reso noto che l’associazione che la stessa rappresenta è l’Associazione Sassolini Onlus che cerca di offrire un aiuto concreto alle famiglie per affrontare nel migliore dei modi la dura esperienza della malattia nei bambini.

Il Dott. Antonio Marasco, Presidente dell’Associazione Sassolini di Catanzaro, ha precisato che l’associazione che rappresenta persegue esclusivamente finalità di solidarietà attraverso la realizzazione di interventi di sostegno in favore dei bambini affetti da malattie ematologiche ed oncologiche e delle relative famiglie. Il loro impegno, in particolare, è quello di promuovere la migliore qualità di vita del paziente attraverso le migliori cure ematologiche ed oncologiche, la continuità terapeutica del paziente emato oncologico, l’interdisciplinarietà, la riabilitazione, le terapie palliative, le cure domiciliari e di incentivare campagne di educazione rivolte alla popolazione;

Un incontro, a nostro avviso, che ha avuto una grande importanza e che ha facilitato il dialogo fra i cittadini ed i medici ed ha incoraggiato a domande, osservazioni, aspettative.

Intervista video al Dott. Roberto Porciello e sotto la galleria fotografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− sei = 1