SAM_8430Sabato e domenica scorsa in oltre 1500 piazze d’Italia si è svolta la XII° Giornata Nazionale dell’AIDO (Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule) dedicata all’informazione e all’autofinanziamento. Anche a Guardavalle, nonostante il maltempo, l’iniziativa ha avuto un riscontro assolutamente ottimo e superiore a quelle che potevano essere le più rosee previsioni.

Per questo motivo i volontari dell’associazione rivolgono un ringraziamento a tutti i Guardavallesi che hanno ancora una volta offerto il loro sostegno e contributo. In tanti si sono avvicinati al banchetto, per chiedere informazioni ai volontari o per acquistare una pianta di Anthurium, il cui ricavato è destinato a finanziare la ricerca sui trapianti. Nel linguaggio dei fiori l’anthurium simboleggia la verità e l’eleganza, amore e amicizia. Regalare un mazzo o anche solo un solo fiore di anthurium ad una particolare persona significa esprimere nei confronti della stessa un sentimento forte, puro e sincero. Il suo bel fiore rosso a forma di cuore, simboleggia l’amore verso un’altra persona, ecco perchè è stato adottato dall’AIDO.

SAM_8425

Un gesto d’amore come quello di dare gli organi.Tutte le 96 piante destinate al banchetto di Guadavalle sono state vendute. Noi volontari dell’AIDO, – sostiene l’infermiere professionale Giovanni Montepaone responsabile dell’iniziativa – contribuiamo, grazie al nostro impegno e al nostro lavoro di sensibilizzazione, a diffondere la cultura della donazione come valore sociale e come opportunità per salvare la vita, a chi non ha altre possibilità di sopravvivenza. Ricordate che un donatore moltiplica la vita e, solo chi si è trovato quasi al buio, ha trovato la luce grazie ad un donatore sconosciuto che gli ha regalato la vita, grazie al trapianto d’organo, senza chiedere nulla in cambio.

Durante la manifestazione è stato possibile sottoscrivere la dichiarazione di volontà positiva alla donazione di organi e tessuti. Ma come diventare donatori d’organo?

SAM_8433

Il principio del silenzio assenso non è ancora applicato, quindi la legge stabilisce il principio del consenso o dissenso esplicito, per cui a chiunque è data la possibilità di dichiarare validamente la propria volontà attraverso varie modalità.

Tra queste,il possesso della tessera AIDO (per tutte le informazioni, www.aido.it). Quest’anno l’AIDO ha compiuto 40 anni. Oggi nel Sit (Sistema Informativo Trapianti) sono registrati,in totale,1.323.810 cittadini che hanno espresso il loro consenso alla donazione di organi e tessuti di cui 1.202.648 mediante l’iscrizione all ‘AIDO,116.429 mediante la registrazione presso le Asl, 4.733 mediante la registrazione presso i comuni dove è la modalità è attiva.