La commissione Straordinaria del Comune di Guardavalle (Cz) composta da dott. Umberto Pio Antonio Campini, dott.ssa Manuela Curra’ e dott. Gino Rotella – funzionario economico finanziario, particolarmente sensibile al tema dell’accoglienza, intende rispondere concretamente ai bisogni della popolazione ucraina in fuga dall’emergenza umanitaria generata dal conflitto in atto e che colpisce in particolare famiglie, bambini e le fasce fragili della popolazione ucraina.

A tal fine si rende necessario acquisire la disponibilità della cittadinanza ad ospitare temporaneamente i soggetti che potrebbero arrivare nel territorio del comune di Guardavalle composti prevalentemente da soggetti di sesso femminile con o senza figli minori al seguito.

L’elenco dei soggetti che manifesteranno la propria disponibilità, sarà messo a disposizione delle Autorità preposte e/o dei soggetti appositamente autorizzati (Prefettura di Catanzaro, Enti, Associazioni, ecc.) all’accoglienza che potranno attivare le procedure di accoglienza ed inserimento delle persone nel nuovo contesto.

Potranno manifestare il proprio interesse le famiglie e/o i singoli cittadini residenti nel territorio del comune di Guardavalle che abbiano disponibilità, presso la propria abitazione o presso altro alloggio di proprietà, di spazi adeguati all’accoglienza.

Si ritiene opportuno precisare che:

  • la trasmissione della manifestazione di interesse non comporta l’instaurarsi di obblighi da parte del Comune di Guardavalle e delle Autorità preposte nei confronti di chi esprime la propria disponibilità;
  • le manifestazioni di interesse pervenute, che per come scritto in precedenza saranno messe a disposizione delle Autorità preposte e/o dei soggetti appositamente autorizzati, potranno dar luogo ad una proposta concreta di accoglienza;
  •  al momento, la disponibilità all’accoglienza è da intendersi per un periodo medio-lungo;
  • il preavviso per attivare l’accoglienza delle famiglie potrebbe essere minimo;
  • l’abitazione che si intende mettere a disposizione deve essere in buone condizioni manutentive ed agibile;
  •  è preferibile mettere a disposizione abitazioni già arredate ed allacciate ai pubblici servizi;
  • la disponibilità potrà essere manifestata mediante comunicazione, a cui dovrà essere allegato un documento di identità in corso di validità, contenente le seguenti informazioni:

a) dati anagrafici completi del soggetto che manifesta il proprio interesse;

b) composizione del nucleo familiare;

c) eventuale presenza di animali domestici;

d) dati catastali dell’immobile che si intende mettere a disposizione;

e) superficie utile abitabile;

f) estremi atto che attribuisce la proprietà dell’immobile.

La suddetta comunicazione potrà essere inoltrata:

  • a mezzo mail all’indirizzo comunediguardavalle@libero.it
  • a mezzo pec all’indirizzo protocollo.guardavalle@asmepec.it
  • brevi manu presso la sede comunale ubicata in via R. Salerno n. 1 88065 Guardavalle (CZ).