carabinieri 11Fonte: Strill.it www.strill.it – E’ stato ucciso probabilmente durante un litigio, Agostino Gerace, di 33 anni, il cui cadavere e’ stato trovato nei pressi di un bosco in localita’ Elce della Vecchia a Guardavalle, al confine tra le province di Catanzaro e Reggio. I carabinieri che sono intervenuti sul luogo del delitto hanno compiuto una serie di accertamenti che confermano l’ipotesi che il delitto e’ avvenuto nel corso di un litigio probabilmente iniziato nel bosco e poi conclusosi nei pressi di una strada dove e’ stato trovato il cadavere. Gerace e’ stato piu’ volte colpito alla testa ma solamente l’autopsia potra’ accetare se l’omicidio e’ stato compiuto con un bastone oppure con un’ascia. Sul luogo dell’omicidio, oltre ai carabinieri, e’ intervenuto anche il sostituto di turno della Procura di Catanzaro. Gli investigatori hanno avviato una serie di interrogatori per accertare se Gerace lavorava con altri colleghi e se ultimamente aveva avuto problemi con qualche persona. I carabinieri stanno sentendo anche familiari ed amici per ricostruire gli ultimi spostamenti. Da diverso tempo nella zona del soveratese e’ in atto un cruento scontro tra le cosche della ‘ndrangheta chiamata ‘faida dei boschi’ che in pochi anni ha provocato decine di morti. I carabinieri hanno pero’ escluso che l’omicidio di Gerace sia riconducibile alla faida considerato che non sono state utilizzate armi da fuoco ed anche perche’ l’uomo non aveva precedenti penali.

Strill.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − uno =