Mercoledì 6 giugno 2012 a Guardavalle si è tenuto il Consiglio Comunale alle ore 19.00 presso la Sala Consiliare, ma è stato un Consiglio molto “più acceso” del solito. Prevedibile. Vediamo come sono andati i fatti. Si doveva discutere sui seguenti argomenti: progetto realizzazione opere di consolidamento infrastrutture danneggiate – “Burrone Vincerello nuovo tracciato”; modifica e integrazione delibera C.S. n. 24 del 09.03.2006 – Regolamento Commercio su aree pubbliche; invito al Governo a non procedere alla soppressione del Tribunale di Lamezia Terme.

Il Presidente del Consiglio Dott. Vincenzo Passarelli prima di passare alla trattazione dell’ordine del giorno consegna ai singoli Consiglieri la Diffida stragiudiziale pervenuta in data 04/06/2012 a firma dell’Avv. Maria Rosaria Orlando per conto della Dott.ssa Passante Maria Dolores, ed invita l’Assessore Purri a relazionare.

L’Assessore Purri in via preliminare dà lettura della diffida. “ritengo, continua l’Assessore, che le procedure siano state rispettate per come risulta dalla documentazione contenuta nel fascicolo. L’Amministrazione , però, non vuole arrecare pregiudizio di nessun genere ai cittadini, pertanto manifesto la disponibilità a sentire le ragioni della ricorrente e, ove i fatti dovessero dare ragione non ci sarebbe alcun motivo per rivedere la situazione”.

Allo stato attuale credo che si deve andare avanti con l’approvazione del progetto sia per attivare quell’azione di salvaguardia e messa in sicurezza della zona, sia per rispondere anche alla richiesta del Prefetto che, investito della questione, ha chiesto chiarimenti in merito.

Il consigliere Tedesco Antonio “ questa vicenda riguarda un intervento finanziato da diversi anni ed il ritardo accumulato, dovuto alle difficoltà riscontrate nella procedura, non ha certamente giovato ai cittadini che abitano in quella zona dove si registra un effettivo problema di carattere idrogeologico”.

E’ giusto che ogni cittadino voglia tutelare i propri interessi ed anticipo il nostro voto favorevole.

Per quanto concerne il primo punto all’ordine del giorno il Consiglio Comunale delibera di approvare il progetto dei lavori di “Realizzazione opere di consolidiamento infrastrutture danneggiate –(Burrone Vincerello nuovo tracciato)” redatto dai professionisti Ing. Calcedonio Napoli, Arch. Pasquale Perronace, Geom. Pietro Vetrano e dott. Andrea Leuzzi dell’importo complessivo di €. 121.234,32;

Di dare atto che esso comprende, tra l’altro, i seguenti elaborati previsti dalla normativa vigente, in relazione alla tipologia di lavori, redatti in conformità ad essa:

• Relazione tecnica generale;

• Planimetria generale con indicazione degli interventi;

• Relazione sui materiali;

• Relazione Geologica;

• Relazione sule fondazioni;

• Relazione di Calcolo e tabulati;

• Planimetrie – Profilo longitudinale – sezioni ed esecutivi di cantiere;

• Piano di Manutenzione dell’opera;

• Piano Particellare di esproprio;

Il consigliere Nicola Lucifero (FLI)  si allontana dall’aula.

Per quanto riguarda il seconto punto all’ordine del giorno e cioè “Modifica e integrazione delibera C.S. n. 24 del 09.03.2006 – Regolamento Commercio su aree pubbliche”, Il Presidente del Consiglio invita l’Assessore Coscia a relazionare in merito all’argomento trattato. L’Assessore richiama al Consiglio Comunale la delibera della Commissione straordinaria n. 24 del 09/03/2006 con la quale è stato approvato il Regolamento del Commercio su aree pubbliche ed informa lo stesso di voler ridistribuire sul territorio i posteggi fuori mercato al fine di soddisfare le esigenze della collettività.

Il Consigliere Tedesco Antonio, capogruppo della minoranza, anticipa il voto favorevole a tale iniziativa ritenendo che tale delibera può essere ulteriormente modificata ove pervenissero richieste diverse da parte della cittadinanza.

Dopo le opportune valutazioni il Consigli Comunale delibera:

1. Di rettificare come rettifica il “regolamento Commercio su aree pubbliche”, limitatamente all’art. 3, Comma 1, che viene sostituito con la seguente formulazione:

a) Sono istituiti i seguenti posteggi fuori mercato:

Guardavalle Centro:

a. Lungo Fiume – n° 4 posteggi;

b. Piazza Mercato – n° 2 posteggi;

c. Piazza Immacolata n° 1 posteggio

d. Via R. Salerno – n° 1 posteggio.

e. Frazioni montane – n° 5 posteggi;

Guardavalle Marina:

a. Via Provinciale – n° 2 posteggi;

b. Via Nazionale – n° 2 posteggi;

c. Via Rispoli – n° 2 posteggi

d. Via T. Campanella – n° 2 posteggi;

e. Viale Europa – n° 5 posteggi;

f. Pineta – n° 8 posteggi.

Di confermare in ogni altra sua parte il Regolamento per la disciplina del Commercio su aree pubbliche approvato con delibera della Commissione Straordinaria n. 24 del 09.03.2006. Infine, con separata ed unanime favorevole votazione, delibera di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile a sensi dell’art.134 del D.Lgs n.267/2000.

Per il terzo ed ultimo punto, dopo ampia discussione il Consiglio invita il Governo a non procedere alla soppressione del Tribunale di Lamezia Terme, ma anzi di rilanciarne il ruolo, potenziando gli uffici giudiziari sotto il profilo della dotazione di risorse umane e strumentali.

Ribadisce la volontà di investire della problematica il Governo, i rappresentanti dei due rami del Parlamento, e il capo dello Stato Giorgio Napolitano, anche nella sua veste di presidente del CSM; chiede, inoltre,aI Parlamentari del territorio di farsi promotori della necessità di garantire, attraverso il mantenimento del Tribunale di Lamezia Terme, il presidio della autorità giudiziaria e del contrasto alla malavita organizzata del territorio; alle organizzazioni sindacali di mobilitarsi contro la soppressione e l’accorpamento con il Tribunale di Vibo Valentia del Tribunale di Lamezia Terme;

Ai cittadini tutti, agli uomini di cultura, alle associazioni chiede di manifestare il loro supporto all’iniziativa, opponendosi alla soppressione del Tribunale di Lamezia Terme.

Il dibattito è sfociato in una animata discussione quando il capogruppo di minoranza ed ex sindaco Antonio Tedesco ha imputato al Sindaco e alla sua giunta incapacità politico-amministrativa. Non è la prima volta che il rappresentante del PD evidenzia la “cattiva amministrazione” di questa maggioranza, già lo aveva fatto a febbraio in un’intervista rilasciata al nostro portale (http://www.youtube.com/watch?v=x07LTfImSNE) elencando i gravissimi problemi, che secondo il Tedesco, attanagliano Guardavalle. Inoltre ha disapprovato il fatto che il Sindaco non ha affrontato in consiglio le dimissione di Ilario Chiera, Assessore al Bilancio, e la revoca di delega all’assessorato al consigliere Nicola Lucifero.

Il sindaco, ha ribadito quanto già precedentemente reso noto e cioè che la revoca è stato un provvedimento dovuto. Per le dimissioni di Ilario Chiera il Sindaco spera che il tutto si possa risolvere positivamente. La convocazione di un consiglio comunale aperto sui problemi esistenti nella cittadina sia di natura politica che amministrativa è stato richiesto dalla minoranza. Il consigliere Nicola Lucifero, che ha lasciato l’aula consigliare poco prima delle ore 21.00, ha diffuso tramite GuardavalleWeb un comunicato con il quale evidenzia che “Il Sindaco ha confermato la propria totale mancanza di dignità politica”

E proseguendo scrive che “i consiglieri di maggioranza si sono segnalati per la loro pochezza politica.Nessuna sorpresa, sia chiaro, era da me scontato”.

Per leggere tutto il contenuto della nota cliccare qui: http://www.guardavalle.eu/2012/allindomani-del-consiglio-comunale-il-consigliere-lucifero-precisa-il-sindaco-ha-confermato-la-propria-totale-mancanza-di-dignita-politica/

—————————————————————————————

La tua domanda al Sindaco di Guardavalle.

Desideri porre una domanda al Sindaco di Guardavalle?

Noi faremo in modo di farti avere la risposta.

Clicca qui di seguito: http://www.guardavalle.eu/2012/la-tua-domanda-al-sindaco-di-guardavalle/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 × = cinquanta quattro