Anche quest’anno l’ultima campanella scolastica è suonata con quella che ha chiamato a raccolta i piccoli atleti calabresi protagonisti, ancora una volta, di una nuova ed avvincente avventura del “Villaggio Globale”, organizzato a Guardavalle Marina dal Coni di Catanzaro. La settima edizione di questo meeting sportivo si è svolta nella location del Villaggio Faro Punta Stilo che i fratelliGuido, ogni anno, riservano alla causa strenuamente incentivata dal presidente Antonio Sgromo. È un attestato di merito che stimola lo spirito agonistico quello attribuito dal Coni provinciale ai piccoli tesserati delle diverse e numerose società sportive regionali coinvolte in questa celebrazione che vuol essere punto d’unione delle diverse discipline praticate. Ben 32 quelle che hanno aderito a questo progetto la cui validità concettuale, unitamente all’ efficienza logistica, ne ha allargato l’incidenza e le aree d’interesse facendone un centro, oltre che di attività sportiva, anche di ricerca per l’università. Interessante e formativa la novità introdotta durante quest’ultima kermesse dove si è cercato di stimolare, oltre ai muscoli, anche la curiosità dei campioni in erba con una interazione pedagogica di sport e cultura. Coadiuvati dagli allenatori, infatti, i ragazzi si sono immersi nell’ambiente incontaminato dell’agriturismo Fassi dove hanno studiato da vicino alcune specie animali e scoperto degli utensili singolari di cui è ricco il museo degli antichi mestieri. Ad indirizzare i piccoli curiosi nel loro tour bucolico il segretario del Coni, Santo Senese, mentre il professor Pino Luciano, membro dello staff tecnico, ha fatto da interprete storico della galleria illustrando e spiegando l’utensileria esposta. Condivisione, gioco, sana competizione e rispetto dell’avversario continuano ad essere le componenti fondamentali di questa full immersion sportiva dove i bambini, seguiti da figure qualificate, hanno la possibilità di conoscere i diversi linguaggi in cui si esprime lo sport disponendo di attrezzature ed ambienti in totale sicurezza. «Il Villaggio Globale oltre ad essere una festa alla quale i bambini partecipano a conclusione dell’anno scolastico, rappresenta anche un momento di crescita e di autogestione utile per la formazione di ciascun bambino» ha osservato il presidente del comitato Coni di Catanzaro durante la cerimonia conclusiva. Sulla tribuna di premiazione, oltre ai ragazzi ed alle società partecipanti, si sono succedute molte personalità tra le quali il presidente regionale Coni Demetrio Praticò, gli assessori Salvatore Garito e Nicolantonio Montepaone dell’amministrazione Provinciale, partner della manifestazione, il vicesindaco di Guardavalle Antonio Purri e l’assessore locale Antonio Coscia.

Gazzetta del Sud – Angela Vetrano

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto + = 12