(Galleria foto all’interno) – Scontro aperto a Guardavalle tra minoranza e maggioranza.

Stavolta a mettere nero su bianco è il consigliere del Partito Democratico Pino Ussia, il quale accusa l’attuale amministrazione di essere molto superficiale su alcune scelte effettuate e lamenta, inoltre, i quattordici mesi di amministrazione, che a suo avviso sono quattordici mesi di promesse non mantenute.

La spiaggia è stata cementificata. La denuncia del consigliere di opposizione Ussia.

Mentre in ogni parte del mondo si cerca di far sparire la cementificazione sulle spiagge, a Guardavalle invece si pensa e soprattutto si agisce all’opposto”. E’ questo quanto sostiene il consigliere di minoranza, Pino Ussia,  vice sindaco nella precedente amministrazione guidata da Antonio Tedesco.

Pino Ussia si è fatto interprete del malcontento della popolazione per la pista di cemento che da pochi giorni e sorta in mezzo alla spiaggia sul lungomare di Guardavalle Marina.

“Abbiamo assistito – precisa Ussia – a questa colata di cemento, decisa da qualche assessore o consigliere dell’Amministrazione che , fregandosene delle più elementari considerazioni di tutela ambientale e salvaguardia della nostra spiaggia, hanno deciso di intervenire senza nessuna considerazione in merito a quello che si è fatto, d’altronde siamo abituati a questi comportamenti da parte di questa arrogante maggioranza e la decisione di realizzare una pista di cemento senza nessuna autorizzazione ne dell’Ufficio Tecnico, ne tantomeno dalle Autorità preposte alla tutela ambientale e salvaguardia del litorale ne è la dimostrazione”.

 “Gli amministratori  – continua il consigliere della minoranza – si giustificano che la pista serve per la disabilità in generale.  La precedente Amministrazione, del sindaco Antonio 

Tedesco, c’è stata quella, che sollecitata anche dai purtroppo tanti disabili, con serietà e in modo organizzato, si è attivata con passerelle mobili ed anche in legno distribuite sulla spiaggia che hanno tamponato il problema dei disabili, bastava attivarsi per distribuire le pedane che sono state comprate da noi e lasciate nel magazzino del Comune, invece di buttare cemento sulla sabbia che deturpa anche il lavoro fatto dalla vecchia Amministrazione con un lungomare molto bello, pensato e costruito senza cementificare nulla, ma nella semplicità, con la possibilità di poter entrare sulla spiaggia da qualsiasi punto, senza incontrare ostacoli di nessun genere”.

Un’estate ricca di polemiche anche pesanti

“Sul tema del dissesto – dichiara l’esponente politico – noi della minoranza e tutta la cittadinanza, siamo convinti che stanno lavorando per raggiungere degli obiettivi personali, ma  faremo di tutto per evitarlo, faremo uso di tutte le nostre possibilità attivando tutte quelle procedure che la Legge ci consente”.

Mentre per quando riguarda l’estate – secondo Ussia –  lascia molto a desiderare il comportamento di quest’Amministrazione che nei programmi elettorali ha scommesso sulla crescita di questa Comunità per incrementare il turismo e migliorare la ricettività,  e poi si dimenticano di collocare cestini sulla spiaggia, pulire la cittadina, creare un minimo di programma estivo, allora o si vuole parlare di demagogia o bisogna parlare di incapacità Amministrativa anche per queste piccole cose”.

Gli Amministratori si lamentano che non ci sono soldi.

“Sfido chiunque a dire il contrario – continua il componente della minoranza – tutti i Comuni d’Italia stanno vivendo il peggiore periodo a tutti i livelli e i tagli imposti dal Governo a vari livelli lo confermano, ma una cosa è continuare a pensare al dissesto, un’altra cosa è seguire le varie opportunità che la Regione Calabria ha pubblicato per gli eventi estivi è programmare, presentare progetti validi con le opportunità che ci sono state da parte della Regione, ma per i nostri Amministratori, il tempo per pensare a queste opportunità non c’è stato e mentre tanti altri Comuni hanno ricevuto finanziamenti, come d’altronde li abbiamo avuti noi nei cinque anni dell’Amministrazione Antonio Tedesco, il nostro Comune per mancanza di progetti presentati non ha ricevuto nulla, addirittura in uno di questi bandi regionali è stata esclusa per mancanza di requisiti un’associazione di Guardavalle “Arte e Mestieri”, perché il bando era rivolto solamente agli Enti, mentre il nostro Comune non c’è, ed ecco che dopo tanti anni, i cittadini di Guardavalle e i tanti turisti che frequentano la nostra cittadina si dovranno accontentare del nostro mare e la sera spostarsi nei paesi vicini per lo svago serale e tutto il resto con i danni che subiranno tutte le nostre attività commerciali”.

“I nostri Amministratori – sottolinea – pensando ancora alle promesse individuali fatte in pompa magna dai diversi Assessori Regionali e Provinciali che, il giorno del loro insediamento gli aveva promesso mari e monti e in realtà in quattordici mesi di amministrazione hanno solo campato di promesse non mantenute”.

 Guardavalle è una realtà importante con tante associazioni.

 “La cosa più grave – prosegue –  è che questi amministratori non hanno interessi per queste cose, altrimenti bastava coinvolgere come abbiamo sempre fatto noi, le nostre tante associazioni e gruppi e con pochi euro si sarebbe riusciti a fare un minimo di programma, ma neanche questo si è riuscito a fare perché ancora, trascorso un anno diverse associazioni devono incassare da parte del Comune le somme concordate, le spese vive della stagione estiva passata. Nei nostri programmi estivi si riusciva a coinvolgere tutte le associazioni con delle riunioni preparatorie che poi alla fine riuscivano a creare un programma ricco di eventi, mentre adesso le nostre Associazioni non coinvolti, si spostano nei comuni vicini per realizzare serate divertenti “.

 Si è parlato anche di pulizia del paese

“Non solo non sanno o non vogliono dare risposte ordinarie alla gente, ma lasciano in abbandono totale il paese, con spazzatura ovunque e villette completamente abbandonate nel centro storico, con il verde pubblico ormai distrutto, le vie interne al buio da mesi e con il cimitero sporco e non curato, un lungofiume che meritava essere rispettato e curato. D’altronde con tutti gli Amministratori concentrati alla vendita della nostra spiaggia – conclude il consigliere della minoranza –  il tempo da dedicare al centro storico e alla manutenzione ordinaria non sono state possibili. Ma siamo contenti che,  nonostante sarà un’estate deludente, il nostro Sindaco ci ha distribuito su tutto il territorio, la tabellonistica”benvenuti a Guardavalle”, ed i nostri graditi e pochi turisti saranno felici, ma mi chiedo , per fare cosa?”

Un pensiero su “Guardavalle, ancora scontro politico con l’attuale amministrazione guidata da Giuseppe Tedesco.”
  1. A modo suo la minoranza pensa di fare una vera opposizione ad una maggioranza che fa acqua da tutte le parti. L’opposizione non si fa solo con i manifesti e con dibattiti senza interlocutori. Bisogna dimostrare con fatti, si è arrivati a questo punto, che la politica attuata da un’amministrazione disgregata sta danneggiando Guardavalle ed il suo futuro.
    Considerata la totale inefficienza dell’Amministrazione comunale che continua a rimanere inerme innanzi ad ogni qualsiasi problema inerente il nostro beneamato paese, che però garantisce un prezioso servizio sulle cose “selezionate” ma a mio avviso meno importanti di altre. Ringrazio Pino Ussia perchè ha messo in luce gravissimi problemi che altri non vedono. Se si continua così si arriverà ad un collasso da cui non si potrà più tornare indietro. Invito l’opposizione ad essere più determinata e far si che se un’amministrazione non mette in atto le proprie responsabilità se ne vada a casa. Desideriamo un Guardavalle diverso, non quello che ci stanno proponendo. Desideriamo, noi commercianti, che il nostro paese sia meta turistica, desideriamo che sia pulito, desideriamo iniziative culturali, sportive, ecc., desideriamo un paese vivibile. Se la maggioranza sbaglia o è inefficente, sarebbe giusto che l’opposizione non stia a guardare, ma deve mettere in atto tutto ciò che sia possibile per far rialzare Guardavalle. Non usate frasi del tipo li avete votati e adesso ve li tenete. Anche voi siete stati votati e quindi assumetevi le vostre responsabilità. A nome del grande popolo guardavallese vi chiedo di continuare a lavorare ma con molta più determinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ sette = 14