Foto CC NORM TaorminaI Carabinieri della Compagnia di Taormina, ed in particolare i militari componenti l’equipaggio di una gazzella dell’Aliquota Radiomobile, – rendono noto che –  hanno assicurato alla giustizia un 40enne originario della provincia di Catania, poiché ritenuto responsabile di furto aggravato in concorso, tentato furto e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, nonché di violazione dell’obbligo di dimora.

 In particolare, a seguito della segnalazione telefonica di un tentativo di furto in atto presso un distributore di carburante di Giardini Naxos, pervenuta sull’utenza di Pronto Intervento 112, i militari componenti l’equipaggio di una gazzella dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Taormina impegnati in uno specifico servizio di prevenzione, si portavano subito sulla via Consolare Valeria della cittadina naxiota, dove notavano due individui mentre erano intenti a manomettere la colonnina in metallo adibita a contenere gli incassi del distributore automatico di carburante.

I due malfattori, accortisi della presenza dei Carabinieri, si davano alla fuga in direzioni diverse. Dopo un breve inseguimento, uno dei due prevenuti veniva raggiunto dai Carabinieri ed identificato in Ventaloro Riccardo, nato a Catania, cl. 1973, già noto alle Forze dell’Ordine ed in atto sottoposto obbligo dimora nel Comune di Catania.

VENTALORO RiccardoNel corso del sopralluogo, effettuato nelle pertinenze del distributore di carburante, i Carabinieri hanno recuperato una sega circolare elettrica tipo “flex”, ed altri numerosi arnesi da scasso. Inoltre, sempre nei pressi del citato distributore di carburante, i Carabinieri hanno altresì recuperato un’autovettura che era stata utilizzata dai malviventi per il trasporto del materiale utilizzato per il tentativo di furto, la quale, all’esito degli accertamenti, è risultata essere stata rubata, nel corso della notte, dai due malviventi ai danni di un giovane taorminese. L’autovettura dopo un accurato sopralluogo è stata restituita dai Carabinieri al legittimo proprietario.

 A quel punto, per Ventaloro Riccardo è scattato l’arresto furto aggravato in concorso, tentato furto e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, nonché di violazione dell’obbligo di dimora.

 Proseguono tutt’ora, a ritmo serrato, le ricerche a cura dei Carabinieri del complice riuscito a darsi alla fuga.

 Il predetto Vendaloro Riccardo, pertanto, è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos, in attesa di essere giudicato nel corso dell’udienza odierna presso il Tribunale di Messina.

 Il Giudice del Tribunale di Messina, dopo avere convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha disposto per Ventaloro Riccardo la misura cautelare in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


2 + = tre