PortorosaIl Comune di Furnari presenta il consuntivo dell’estate 2015 relativamente al controllo del territorio per la raccolta differenziata. Con ordinanza n. 20 del 21.04.2015 erano state individuate le modalità della raccolta differenziata nonché il divieto assoluto di abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto sul suolo pubblico, che proprio per l’eliminazione dei cassonetti diventa un serio problema: ciò proprio in un territorio come quello di Furnari, il quale nel periodo estivo vede la popolazione aumentare di circa 4.000 residenti ad oltre 20.000. Peraltro il complesso “Portorosa” con un notevole numero di persone fluttuanti non sempre informate ed i numerosi villaggi presenti nel vasto territorio hanno sempre comportato problemi di abbandono e di incuria derivante dalla inciviltà dei villeggianti stagionali. Grazie alle attività di prevenzione svolta dalla sezione locale della Italcaccia che, diretta dal maggiore Filippo Bisognano insieme ai suoi collaboratori, esercita funzioni di polizia ambientale, si è svolta un’efficace e importante attività di controllo del territorio con l’informazione, la prevenzione e la contestazione di numerose sanzioni, soprattutto nelle ore notturne. Detta importante attività, voluta dall’Amministrazione Comunale, coordinata dalla Polizia Municipale ha portato all’individuazione ed alla conseguente verbalizzazione con l’applicazione delle sanzioni previste nell’ordinanza, che infligge un massimo edittale fino ad € 3.000,00 a diverse decine di contravventori. In questi giorni gli uffici competenti stanno provvedendo alla notifica dei relativi provvedimenti. L’Amministrazione Comunale di Furnari, che esprime un plauso all’importante attività svolta dalla locale sezione Italcaccia, è stata imitata da altri Comuni nell’avere seguito l’esempio affidandosi alla suddetta associazione venatoria per il controllo del loro territorio.

Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 − = sette