La societa’ facente parte del noto gruppo Euronics condannata a non trasferire due lavoratori. La società La Via Lattea S.p.A. di Messina facente parte del noto “Gruppo Euronics” è stata condannata a riassegnare due lavoratori, iscritti alla Fisascat-Cisl di Messina, presso l’originaria sede lavorativa sul presupposto della illegittimità dei trasferimenti adottati nei confronti dei due dipendenti sindacalizzati.

Il Tribunale del Lavoro di Messina – in composizione collegiale – con ordinanze del 9 e del 22 novembre 2012 ha ritenuto fondate le tesi difensive del legale della Fisascat Cisl e ha pertanto sospeso l’efficacia del trasferimento dei due lavoratori.

Sulla base dell’istruttoria svolta il Collegio ha, infatti, ritenuto “insussistenti” le ragioni tecniche, organizzative e produttive addotte dalla datrice di lavoro a sostegno dei provvedimenti di trasferimento, ragioni che, com’è noto, devono essere “comprovate” (art. 2103 cod..civ.) e, dunque, serie, dovendosi, tra l’altro, operare un bilanciamento di interessi tra le ragioni dell’azienda e quelle del lavoratore.

Ciononostante, il lavoratore vittorioso, giunto nella originaria sede di lavoro per riprendere servizio, si è sentito dire che non si sapeva nulla del suo rientro in Azienda ed è stato mandato via.

Immediata la reazione del Segretario Generale della Fisascat-Cisl, Pancrazio Di Leo: “Il comportamento aziendale è la punta dell’iceberg di una serie di comportamenti vessatori di cui sono stati fatto oggetto i nostri due iscritti. Faremo tutto quanto ci consente la legge per far sì che i provvedimenti giudiziali vengano rispettati e non restino, invece, lettera morta con ulteriore mortificazione dei diritti e delle aspettative dei lavoratori”.

cislmessina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 8 = sessanta quattro