Comunicato stampa – Nei giorni scorsi si è riunito il tavolo tecnico del Comitato Consultivo Demanio marittimo presso la Regione Calabria, in Catanzaro. Ai lavori hanno partecipato – per la Regione Calabria – i dirigenti del Dipartimento n.8 Putortì, Margiotta, Romeo, i rappresentanti FIBA-CONFEERCENTI Farina e De Fazio, e 2 rappresentanti del SIB.

In primis è stata presa in esame la circolare regionale, precedentemente inviata ai Comuni Costieri, tendente – tra l’altro- a suggerire la necessità di esperire la procedura di evidenza pubblica circa il rilascio di concessioni demaniali, secondo gli attuali indirizzi comunitari.

In merito la FIBA-CONFEERCENTI ha manifestato preoccupazione per l’impatto negativo che avrà sull’intero comparto turistico balneare, considerandola ingessata e restrittiva, ed a rischio di interpretazioni discrezionali, nella fase applicativa; pur apprezzando l’intento della Regione nel voler dare delle indicazioni univoche agli Enti delegati in materia di Demanio marittimo, che spesso sembrano essere dubbiosi nella definizione di procedure.

A tal proposito FIBA-CONFEERCENTI ha voluto sottolineare quanto sia strategica, particolarmente in Calabria, una corretta gestione del sistema costiero (demanio marittimo) per lo sviluppo turistico generale. Pertanto ha evidenziato quanto la materia sia in evoluzione e di attualità; vero è che la X Commissione Senato, all’interno del Decreto Cresci Italia, in questi giorni sta esaminando ipotesi di soluzione alla problematica.

Per queste ragioni è stato richiesto all’Istituzione Regionale una maggiore attenzione alla problematica; sono stati forniti da parte della Categoria ulteriori dettagli circa gli sviluppi di situazioni analoghe in altri paesi europei (Spagna, Francia, Croazia) che sembrano essere vicini ad una svolta a favore delle imprese turistiche.

Condividendo le preoccupazioni manifestate dalle categorie imprenditoriali, l’avv. Margiotta e l’avv. Romeo hanno esposto un progetto in base al quale il Dipartimento intende promuovere una serie di incontri sul territorio con il coinvolgimento delle Categorie; con l’obiettivo di informare ed aggiornare i comuni costieri circa lo stato attuale della norma e di conseguenza l’adozione delle varie procedure amministrative collegate al Demanio Marittimo.

Accorato l’appello della Categoria, ai Dirigenti regionali, nello spendersi per favorire “operazioni interdipartimentali” finalizzate a sostenere e stimolare azioni sinergiche per territori costieri omogenei al fine di rafforzare il comparto turistico balneare. Fortemente ribadita l’essenzialità di iniziative utili a sostegno della destagionalizzazione propriamente detta, basilare per un considerevole sviluppo economico del territorio regionale.

Anche in questo senso da parte regionale è giunta rassicurazione.