montepaone nicolantonioIl contenuto del seguente articolo è stato pubblicato dall’Ex Sindaco di Guardavalle Nicolantonio Montepaone qualche giorno fa sulla propria pagina facebook. Il politico riferisce che riguardo alcune forniture di mascherine il Comune ufficialmente li tiene chiusi a meno che le stesse non vengono consegnate con il solito sistema tra pochi e per pochi. Il testo integrale: <<È noto a tutti che purtroppo continua il grave problema della pandemia e soprattutto in questi ultimi tempi il fenomeno crea maggiore preoccupazione, per questo le autorità, gli esperti invitano a tenere comportamenti virtuosi, responsabili e rispettosi delle norme in particolar modo il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine che hanno una durata limitata se usata, a Guardavalle si continua a gestire la fornitura delle mascherine in modo irresponsabile e clientelare, mentre la stragrande maggioranza dei cittadini va a comprarle il Comune ufficialmente li tiene chiusi a meno che le stesse non vengono consegnate con il solito sistema tra pochi e per pochi,i cittadini devono sapere che al di là dei quantitativi rimasti dalle precedenti distribuzioni il Comune di Guardavalle in data 8 luglio 2019 ha ricevuto dalla Protezione Civileoltre 4000 mascherine e precisamente N^2520 del tipo Montrasio,N^ 160 del tipo KN 95 e N^1400 del tipo chirurgiche la domanda sorge spontanea perché i cittadini che devono usare la mascherina così come previsto non sono stati informati?Perché’ non si è provveduto dopo 20 giorni della consegna creare punti di distribuzione dove viene indicato l’orario di ritiro? Perché i cittadini che hanno diritto ad avere le mascherine devono andare ( dove e da chi ) per chiederle e la donazione può sembrare un favore? Visto e considerato che siamo in tema spieghi dove sono andati a finire le 450 mascherine chirurgiche che volutamente il Sindaco ha omesso di spiegare così come ha fatto per le 350 che lui e altri amministratori hanno consegnato secondo un loro criterio , secondo me questo comportamento del Sindaco, omissivo e clientelare dovrebbe essere attenzionato dalle autorità preposte perché non può essere consentito a nessuno negare il diritto alla tutela della salute propria così come non è consentito a un Sindaco invitare la popolazione a diventare spioni der segnalare chi ruba l’acqua,se oggi c’è carenza di acqua potabile nel centro storico è lui a dover risolvere il problema e se come afferma sa che l’acqua viene rubata vada a presentare denuncia e provveda a risolvere il problema perché ai cittadini deve essere garantita l’acqua potabile anzi dovrebbe pure spiegare come mai dopo aver speso 76.041,24 euro per la messa in sicurezza ed efficientemente delle sorgenti Lonzo e Ficarazze al serbatoio acqua ne arriva come prima e forse anche meno.Riporto il comune sentire di tanti cittadini sopratutto di Guardavalle Marina per sollecitarla ,così come è stato già fatto a lei,di emettere una ordinanza per vietare di passeggiare sulle strade a petto nudo( i maschi) o in modo indecente,sono misure che in tantissime città e comuni rivieraschi sono state emesse a tutela del decoro e per il rispetto di tutti.>>