Merli su Osella PA 2000Il Campionato Italiano Velocità Montagna si apre in Sicilia con la 56^ Monte Erice, organizzata dall’Automobile Club di Trapani, prima prova dl Trofeo Italiano Velocità Montagna Sud. Per l’occasione si è costituita una squadra solida, formata oltre che dall’Automobil Club provinciale, presieduto da Giovanni Pellegrino, anche dai Comuni di Trapani, Custonaci, Valderice, Erice e di Buseto Palizzolo, con la partnership della Camera di Commercio trapanese. Sarà l’ampio piazzale Ilio di Trapani, a pochi metri dal mare, dalle ore 10.30 alle 19.30 di venerdì 25 aprile a vedere per primo piloti e vetture protagoniste del tricolore montagna durante le operazioni di verifica. La prima sfida dell’anno sarà sui 5.730 metri di strada che uniscono Valderice alla località turistica di Erice Vetta. Alle 10.30 di sabato 26 aprile scatterà il primo turno di prove, per permettere ai piloti di transitare sul tracciato con le vetture da gara e scegliere le migliori regolazioni per le due salite contro il cronometro del giorno successivo, quando il Direttore di Gara Marco Cascino e l’aggiunto Francesco Tartamella daranno il via a gara 1 alle 9.00, cui seguirà la gara 2. “Ci risiamo: – afferma Pellegrino – la Monte Erice ritorna e lo fa nel modo migliore, aprendo il C.I.V.M..

Per l’Automobile Club Trapani l’edizione numero 56 rappresenta un punto di svolta, dato che il nostro obiettivo è non soltanto l’edizione 2014, ma anche le future. È nell’ottica della programmazione che, infatti, ci siamo mossi in questi mesi e sarà questa anche la linea che seguiremo nel prossimo futuro”. Ogni pronostico risulta molto difficile, è ampia la rosa di nomi candidati alle parti alte della classifica, come il numero di automobili capaci di prestazioni di valore assoluto ed in ogni categoria. Sulla potente Osella FA 30 Zytek di gruppo E2/M, monoposto e regina incontrastata delle ultime stagioni, sarà il pugliese Francesco Leogrande, portacolori della scuderia detentrice del Trofeo 2013 Fasano Corse, che ha vinto l’edizione della Monte Erice nel 2012. Egli in classe regina incontrerà anche l’esperto pilota di casa Andrea Raiti, che per la gara ha scelto una Lola F.3000. In classe 1600 l’etneo della Giarre Corse Orazio Maccarrone con la Formula Gloria; con stessa vettura, ma di classe 1000 l’under Agostino Bonforte. Presente il vincitore 2008 della corsa, il trentino Christian Merli al volante dell’Osella PA 2000 nei colori Vimotorsport, detentore del Trofeo E2/B del 2013, ma ora la biposto dispone degli ultimi aggiornamenti della casa madre per diventare l’auto da battere. Su vettura gemella si ripropongono come attori protagonisti della serie anche il catanese della Cubeda Corse Domenico Cubeda ed il giovane calabrese della Jonia Corse Domenico Scola, quest’ultimo ancora al lavoro sugli ultimi particolari della biposto. In classe 2500 Giuseppe Martines sarà al volante della Lucchini P3M. Per il gruppo CN punterà dritto al successo sin dalla prima corsa il giovane Francesco Conticelli, il driver Catania Corse Under 2013, ma arriverà certamente la carica dell’esperto calabrese della Scuderia Vesuvio Rosario Iaquinta, alla riscossa con la Osella PA 21/S Honda in versione CN, adesso con cambio al volante. Se il campione in carica Omar Magliona arriverà nel tricolore solo alla Coppa Nissena, ad Erice ci saranno diversi pretendenti al gruppo delle biposto, come il giovane catanese Giuseppe Corona, che dopo una brillante carriera iniziata con la Honda Civic, è passato alla biposto per l’assalto al C.I.V.M., ma contro tutti il giovane trapanese Giuseppe Gullotta, anche lui su una biposto di casa Osella con i colori Giarre Corse. Inizia in casa la stagione anche Vincenzo Conticelli, senior con la Osella PA 30, la biposto spinta da motore Zytek 3000 cc. Su Radical il pilota di casa Alberto Santoro, il potentino Achille Lombardi, detentore della coppa di categoria 2013 e la giovane Alessia Sinatra, unica presenza in rosa. Presente anche il gentleman driver partenopeo Piero Nappi con la Ferrari 550 in versione gruppo E1, categoria in cui inizia la stagione anche il locale Daniele Amato con l’inseparabile Opel Astra GSI di classe 2000, mentre tra le 1600 tornano il forte calabrese Domenico Chirico ed il pugliese Domenico Tinella con le Peugeot 106 ed in classe 1400 il pilota di Catanzaro Gianluca Rodinò con la Peugeot 106 Rallye. In gruppo GT il siracusano di Rubicone Corse Ignazio Cannavò farà il suo esordio con la Lamborghini Gallardo, il laziale “The Climber” con la F430 della vettura del Cavallino, ma i riflettori saranno puntati sul Campione in carica Roberto Ragazzi e la Ferrari 458 Superchallenge, come la F430 di Bruno Jarach. Non hanno voluto mancare alla gara di casa tre rallisti come Bartolomeo Mistretta su Peugeot 207 super 2000 gruppo A per i colori CST Sport, Umberto Lunardi su Subaru Impreza e Mauro Cacioppo su Mitsubishi EVO X di gruppo N – Trinacria Racing. Sempre in gruppo A sarà presenta anche il triestino del Borret Team Paolo Parlato sull’aggiornata Honda Civic Type-R, detentore della Coppa di classe 2013, che avrà tra i principali avversari di categoria il catanese della Scuderia Etna Salvatore D’Amico che torna al volante della Renault New Clio. Affollato il gruppo N in particolare in classe 1600 dove spiccano il piemontese detentore della Coppa 2013 Giovanni Regis, il pugliese Giacomo Liuzzi ed il ragusano Antonio Fichera con le Peugeot 106, oltre a Salvatore Fichera con la Citroen Saxo. In gruppo Racing Start il campione RS 2013 Oronzo Montanaro ha messo il turbo, il pugliese della Fasano Corse piloterà ora una MINI Cooper S, ma dovrà fare i conti con la gemella dell’esperto Ivan Pezzolla, oltre che con quella dell’inossidabile bergamasco Mario Tacchini. Per le motorizzazioni aspirate sfida tra il pugliese di Fasano Giovanni Angelini ed il reatino Antonio Scappa entrambi sulle Renault Clio, MINI Cooper S per Ivan Tramontozzi, il laziale di Maverik in arrivo dai monomarca in pista, mentre con la Suzuki Swift al via l’umbro della Scuderia Città di Gubbio Stefano Silvestrelli.

Foti Rodrigo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 − = tre