“E’ necessario avviare un percorso che parta dalla costituzione di un polo della sinistra e si apra a tutte le forze che ci vogliono stare”. Lo afferma, in vista delle prossime elezioni in Sicilia, il coordinatore regionale dei Comunisti italiani-Federazione della Sinistra, Federico Martino, secondo il quale prima di parlare delle candidature è necessario avviare un confronto sul programma: “Usciamo dalla fase devastante del governo Lombardo – spiega – e ragioniamo sulle emergenze dell’Isola, a partire dal lavoro e dalla lotta per la legalità”.

         Per Martino, le candidature dovranno poi scaturire dalla convergenza sul programma e, quanto alle alleanze, chiarisce di rivolgersi a Idv, Sel, Verdi, movimenti e associazioni e di non avere preclusioni nei confronti del Pd “a condizione che faccia una scelta che si discosti nettamente da quella scellerata che fino a qualche settimana fa ha legittimato il governo Lombardo”.

         Infine, sull’ipotesi di un’apertura alla candidatura di Claudia Fava, Martino concorda nel dire che si tratta di un nome autorevole, “ma – aggiunge – sarebbe dirimente se Fava assumesse una posizione di chiusura nei confronti delle forze di centro compresa dell’Udc, segnando una discontinuità rispetto alla linea che sta emergendo a livello nazionale”.

L’Ufficio Stampa Pdci Messina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove + = 14