VIDEO – Si vota Domenica 24 e Lunedì 25 febbraio. Sono circa 47 milioni gli italiani che sono chiamati al voto per le Elezioni Politiche. 19 partiti alla Camera e 16 al Senato, numerosi i simboli sulle schede per queste elezioni.

Ecco come e quando si vota:

I seggi saranno aperti dalle 8 alle 22 di domenica e dalle 7 alle 15 di lunedì.

L’elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ ufficio elettorale del comune di residenza.

Il governo Prodi ha varato un decreto che vieta l’ingresso nei seggi di fotocamere e videotelefonini: chi li avesse al momento di entrare nel seggio è obbligato a depositarli.

Una volta all’interno del seggio elettorale verranno consegnate due schede:

  • una rosa, per la votazione alla Camera
  • una gialla, per il Senato, riservata ai cittadini maggiori di 25 anni.

Dentro la cabina, l’elettore potrà esprimere il voto tracciando un solo segno sul rettangolo che contiene il simbolo della lista prescelta. Non potrà esprimere preferenze.

Sia per l’elezione della Camera dei Deputati (scheda rosa) che per quella del Senato della Repubblica (scheda gialla) l’elettore esprime il voto tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista prescelta. Non è possibile manifestare, precisiamo, il voto di preferenza. Sulla scheda non compaiono i nomi dei partiti, ma solo i contrassegni, in orizzontale, con l’indicazione del «candidato premier». Nel caso di liste apparentate (Pd e Idv, Pdl e Lega Nord) i simboli saranno affiancati, ma l’elettore ne può contrassegnare uno solo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 3 = diciotto