guardavalle municipio5Con Verbale di deliberazione  n. 65 del 28/7/2016, pubblicato il 2 settembre 2016  all’Albo Pretorio on line, avente per oggetto “Documento unico di programmazione 2017/2019-(DUP) – Esame ed approvazione” la Giunta Comunale di Guardavalle (Cz) ha approvato, per la successiva presentazione al Consiglio Comunale, ai sensi dell’articolo 170, comma 1, del d.Lgs. n. 267/2000 e in conformità a quanto disposto dal principio contabile applicato della programmazione all. 4/1 al d.Lgs. n. 118/2011, il Documento Unico di Programmazione per il periodo 2017/2019, che si allega opportunamente al seguente articolo in originale, come diffuso dal sito ufficiale dello stesso Comune.

Entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta presenta al Consiglio il Documento Unico di Programmazione per le conseguenti deliberazioni. Entro il 15 novembre di ciascun anno, con lo schema di delibera del bilancio di previsione finanziario, la Giunta presenta al Consiglio la nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione.

pubbli 10

Il Documento Unico di Programmazione ha carattere generale e costituisce la guida strategica ed operativa dell’ente.

Il Documento Unico di Programmazione si compone di due sezioni:

–          la Sezione Strategica (SeS) che ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del mandato amministrativo;

–          la Sezione Operativa (SeO) pari a quello del bilancio di previsione.

Un documento che vi invitiamo a leggere in quanto elenca obiettivi molto interessanti per Guardavalle e per i guardavallesi. In ogni caso riportiamo qualche spunto ripreso dal Documento stesso:

<<La sezione strategica sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato di cui all’art. 46 comma 3 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e individua, in coerenza con il quadro normativo di riferimento e con gli obiettivi generali di finanza pubblica, le principali scelte che caratterizzano il programma dell’amministrazione da realizzare nel corso del mandato amministrativo.

Nella sezione strategica vengono riportate le politiche di mandato che l’ente intende sviluppare nel corso del triennio, declinate in programmi, che costituiscono la base della successiva attività di programmazione di medio/breve termine che confluisce nel Piano triennale ed annuale della performance.

Il Comune di Guardavalle, in attuazione dell’art. 46 comma 3 del TUEL ha approvato, con deliberazione di C.C. n. 9.del 31/07/2013 il Programma di mandato per il periodo 2013 – 2018, dando così avvio al ciclo di gestione della Performance. Attraverso tale atto di Pianificazione, sono state definite nr. 8 aree di intervento strategico che rappresentano le politiche essenziali da cui sono derivati i programmi, progetti e singoli interventi da realizzare nel corso del mandato.

Tali Linee Programmatiche, che attengono a vari ambiti di intervento dell’Ente, sono state così denominate:

• Sviluppo e occupazione

• Agricoltura

• Politiche per energia

• Ecologia

• Servizi sociali

• Urbanistica ed opere pubbliche

• Cultura e politiche giovanili

Organizzazione funzionale del comune – Linee programmatiche del mandato amministrativo 2013/2018 premessa

Il Sindaco ed il gruppo di maggioranza consiliare hanno la ferma intenzione, durante l’intero mandato amministrativo, di attuare le attività scaturenti dalle seguenti linee programmatiche. Questa amministrazione dovrà cercare di risolvere i veri problemi del paese con progetti che si trasformino in opere attraverso il reperimento di risorse finanziarie, oltre che con il contributo di idee, proposte e soluzioni da parte di tutti, dando forza alla politica economica, sociale, culturale, ambientale ed urbanistica del territorio, con l’inizio di incisive procedure da attivare anche sulla base dell’esperienza amministrativa acquisita.

L’obiettivo da raggiungere nel prossimo quinquennio è fare di Guardavalle un paese a misura di cittadino. Questo vuol dire realizzare opere utili e fruibili da parte di tutti, curare la manutenzione di strade, il decoro urbano e il verde pubblico. Sarà posta grande attenzione ai servizi sociali rendendoli più efficienti e rivolti soprattutto alle fasce più deboli. Massimo sarà il rispetto dell’ambiente. Saranno incentivate iniziative culturali. Gli uffici comunali saranno resi a misura di cittadino. Sarà rivolto un impegno particolare al contenimento della spesa pubblica.

Tra le altre cose:

Cultura e politiche giovanili: I giovani rappresentano una risorsa fondamentale della comunità Guardavallese: La nuova amministrazione punterà ad un intervento organicamente strutturato delle Politiche Giovanili, incrementando la partecipazione a forme autonome di associazioni giovanili. E’ fondamentale promuovere sempre nuove occasioni di incontro ed eventi di qualità, offrendo spazi adeguati alle risorse presenti sul territorio.

Si dovrà puntare ad avviare manifestazioni di significativo valore culturale, mediante il pieno coinvolgimento delle Istituzioni scolastiche, della Pro Loco, delle Associazioni e delle parrocchie. Si prevede a tal proposito:

  • Recupero e conservazione di documenti di storia locale;
  • Incentivi per iniziative di riconosciuto valore culturale;
  • Promozione e valorizzazione di altri spazi significativi del territorio comunale.

pubbli 10

Organizzazione funzionale del comune: La dichiarazione di dissesto finanziario, fortemente avversata da questa maggioranza di governo, impone attente politiche di contenimento della spesa e, pertanto, ci si dovrà adoperare per:

  • Una migliore organizzazione e una maggiore coesione tra le diverse aree amministrative, che potrà tradursi in maggiore efficienza nel raggiungimento degli obiettivi.

In sintesi si prevede di:

• riorganizzare ed adeguare gli uffici;

• aggiornare continuamente il sito web comunale;

• creare all’interno del Portale del cittadino un apposito spazio riservato ai tributi comunali dove i cittadini potranno aggiornarsi costantemente e pagare on line i tributi;

• istituire l’URP (ufficio relazioni con il pubblico);

• razionalizzare la spesa pubblica con tagli agli sprechi.

Garantire la trasparenza e l’integrità L’obiettivo in esame è contenuto nel PTPC 2016-2018. In considerazione della valenza del principio generale di trasparenza, per come illustrata negli indirizzi strategici in correlazione con il profilo dell’integrità dell’azione amministrativa, l’amministrazione intende elevare nell’attuale livello della trasparenza per raggiungere, nel triennio di programmazione, un livello massimo di trasparenza.

Il sito sarà adeguato alle nuove disposizioni previste dal FOIA e il Piano triennale per la Trasparenza e l’Integrità costituirà un allegato dal PTPC>>

Elenco Documenti  – Leggi o scarica documenti originali

  – 65_2016 DELIBERA Approvazione DUP 2016.pdf

  – dup 2017_2019.pdf

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 1 = sei