Domenica 3, alle ore 18, al Palacultura Antonello, concesso alle associazioni musicali grazie al protocollo d’intesa con l’Amministrazione Comunale, la Filarmonica Laudamo proporrà un nuovo appuntamento con Omaggio a Debussy del pianista Giuseppe Albanese. «Suona il pianoforte da quando aveva cinque anni. Col passare del tempo il promettente bambino – che qualche anno dopo si faceva dipingere i nomi di Beethoven, Chopin e Liszt in stile graffitaro sullo zaino per adeguarsi alla moda del momento senza tradire i suoi idoli – è divenuto un interprete apprezzato in tutto il mondo. Trionfi nei concorsi internazionali, una carriera in costante ascesa. La laurea in Filosofia e un contratto di docenza universitaria… ». Così il mensile Amadeus apriva nel gennaio 2012 un lungo articolo su Giuseppe Albanese, apparso in concomitanza con la pubblicazione del suo CD dedicato a Debussy nei 150 anni dalla nascita.

Tutto debussiano è anche il recital che il giovane pianista calabrese, perfezionatosi alla Scuola di Imola con grandi maestri, propone a Messina dopo averlo eseguito in teatri storici come La Fenice di Venezia, il Bibiena di Mantova, la Sala Maffeiana del Filarmonico di Verona e il Rossini di Pesaro. In programma una silloge delle più belle e impegnative pagine debussiane, dalla Suite bergamasque a Estampes, da L’isle joyeuse a Pour le piano, con un’incursione nella produzione “romantica” giovanile del grande compositore francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 × due =