monte di pietàDomani 9 novembre, dalle 9,00 alle 13,00, al Monte di Pietà, verranno presentati gli esiti del workshop di architettura dal titolo “Il Territorio oltre lo Stretto, Messina: il mare tra gli isolati”, un programma di formazione Post-Laurea promosso dall’Ordine degli Architetti P. P. C. della Provincia di Messina con la Fondazione Architetti nel Mediterraneo in convenzione con l’Associazione culturale Grafite e l’I2a – Istituto Internazionale di Architettura di Vico Morcote, Svizzera.

All’evento interverranno: il Prefetto dott. Trotta, il Sovrintendente arch. Scimone, l’ing. Capo del Genio Civile Gaetano Sciacca, il Presidente dell’Ordine degli Architetti arch. Lazzari, il Presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo arch. Falzea, il dirigente dell’Autorità Portuale ing. Di Sarcina, l’ass. all’Urbanistica ing. De Cola, rappresentanti della categoria delle imprese e dei sindacati.

I lavori, frutto di 5 giorni di laboratorio svolto da 25 giovani neolaureati presso la sede dell’Ordine, rappresentano ridefinizioni progettuali del tratto di costa compreso tra il Porto ed il Torrente Annunziata, quell’ambito urbano sospeso tra la rigida maglia cittadina e la componente naturale e paesaggistica costituita dalla linea di costa, nella convinzione che al rapporto tra l’impianto urbano e il disegno della geografia sia demandato il mantenimento di una memoria collettiva distrutta dal terremoto.

I neolaureati, costituiti in gruppo, sono stati guidati da: Alessandro Martinelli (i2a), Luca Belatti (IPOSTUDIO_Firenze), Daria Caruso, Rosario Andrea Cristelli, Francesco Fragale, Francesco Messina, Giuseppe Messina (BODAR_Bottega d’architettura_Messina_Barcellona P.G.) e Fabrizio Ciappina, Giuseppe Fugazzotto, Antonello Russo, Gaetano Scarcella (Moduloquattro_Messina).

Parteciperanno come visiting critics: Eleonora Burlando (Neostudio_Genova), Marcello Marchesini (MDU_Prato), Marina Tornatora (Forma(a)+b_Reggio Calabria), Francesco Cacciatore (AtelierMap_Siracusa)