Messina – Il 9° Rally del Tirreno entra nel vivo: per la settima prova di Challenge di 8^ Zona con massimo coefficiente di moltiplicazione del punteggio 1,5 organizzata dalla scuderia «Top Competition», domani sabato 11 agosto, giornata dedicata alle operazioni di verifica per i cento equipaggi iscritti. Oggi dalle 17.30 alle 23.59 sono previste ricognizioni autorizzate sul percorso di gara, tutte auto stradali e nel pieno rispetto del codice della strada sotto l’attento controllo dei Commissari di Percorso. Dopo il via i concorrenti raggiungeranno il primo dei tre parchi assistenza presso l’area industriale di Villafranca Tirrena, le assistenze sono previste alle 0.16, 3.31 e 6.51, quindi, il primo dei tre giri di impegni cronometrati sulle prove speciali: “Colli 4 Strade” Km 9,50, ore 0.55, 4.15 e 7.35; “Roccavaldina” Km 5,50, ore 1.47, 5.07 e 8.27; “Rometta” Km 9,80, ore 2.23, 5.43 e 9.03. Tre anche i riordinamenti a Villafranca, alle 3.11, 6.31 e 9.51.

L’alto agonismo e l’accesa competizione sono assicurate dai tanti nomi illustri presenti tra gli iscritti per la scalata della classifica assoluta e di quella di ogni gruppo e classe con quattro piloti al via già vincitori della corsa: Giuseppe Nucita (2011) su Renault New Clio, Osman Caristi (2010) su Renault Clio S1600, Totò Riolo (2008) su Peugeot 106 Maxi e Mario Lisa (2007) su Renault Clio Williams. Oltre loro tra i maggiori protagonisti della vigilia, ci sono Bruno Briguglio che insieme a Maurizio Messina aprirà le partenze sulla Peugeot 207 S2000, gemella di quella di Giuseppe La Torre ed Agatino Cafeo, mentre sarà sulla Mitsubishi Lancer EVO il leader della classifica di Challenge 8^ Zona Giuseppe tripolino con Patrizia Cannuscio alle note, il trapanese Bartolomeo Mistretta anche lui sulla Renault New Clio che condivide con Concetta Galvano, in corsa per il challenge e per il Trofeo Renault, come l’ennese Giuseppe Frattalemi, l’alcamese Pier Luigi Trupiano ed i messinesi Giuseppe Alioto e Salvatore e Claudia Armaleo. Da Caltanissetta a sfidare i piloti messinesi arriva anche Roberto Lombardo su Renault Clio Williams, sulla Clio S1600 ci sarà l’inossidabile agrigentino di Sciacca Calogero Sicilia.

A precedere gli equipaggi nei passaggi sulle prove speciali sarà un’apripista d’eccezione che ha molto a cuore il successo del Rally del Tirreno: sarà infatti il primo cittadino di Saponara Nicola Venuto che piloterà la vettura apripista con il compito di essere il ricognitore definitivo per conto del Direttore di Gara prima del passaggio dei concorrenti, al fianco di Ncola Venuto sarà l’esperto copilota di sant’Angelo di Brolo Giovanni Lo Neri. L’equipaggio ormai affiatato ha gareggiato lo scorso anno ed ha affinato il l’intesa in macchina in altre occasioni. «Il fascino del Rally del Tirreno è irresistibile – ha dichiarato Venuto – unitamente al navigatore in quest’anno particolare e molto importante per il rilancio delle nostre zone, abbiamo optato per un ruolo più utile alla gara, rinunciando un po’ a malincuore alla competizione. Avremo un compito importante ma lo svolgeremo da sportivi coinvolti in prima persona».

Il 9° Rally del Tirreno assegnerà anche il «Secondo Memorial Nino Amalfa» in ricordo dell’indimenticata simpatia e passione di un grande e professionale ufficiale di Gara, già responsabile della Sicurezza della corsa. L’ambito riconoscimento sarà attribuito al pilota residente nel comprensorio milazzese, che totalizzerà il miglior riscontro sui tre passaggi della prova “Roccavaldina”. Il Direttore di gara Michele Vecchio ha preso in mano il timone dell’evento sportivo messinese dove ogni componente è già al suo posto.

 Foti Rodrigo