Continua la campagna itinerante di Teva Italia DireFareCuore, dedicata alla prevenzione cardiovascolare. Venerdì 6 maggio a Soverato (CZ), alle 18.00, presso l’Istituto tecnico commerciale “Antonino Calabretta” in via Amirante, appuntamento con DireFareCuore, un patto contro il rischio cardiovascolare, l’incontro dedicato alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. L’iniziativa, promossa dall’Università della terza età e del tempo libero “Magno Aurelio Cassiodoro”, è patrocinata dal Comune di Soverato, dalla ASP-Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro, dalla SIMG-Società Italiana di Medicina Generale, dalla FIMMG-Federazione Italiana Medici di Medicina Generale di Catanzaro, dall’Ordine dei Farmacisti della provincia di Catanzaro, da Cittadinanzattiva sezione di Soverato, dal TdM-Tribunale per i diritti del Malato sezione di Soverato, dal Lions Club – Attiva Soverato V.J.D Serre e con il contributo di Teva Italia.

“Nell’ambito della prevenzione cardiovascolare – spiega il dottor Vitaliano Corapi, responsabile della Farmacia Corapi di Chiaravalle Centrale, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Catanzaro e delegato FOFI Calabria – un ruolo importante è svolto anche dalle farmacie, in quanto luogo di riferimento sociosanitario per i cittadini per servizi che vanno dal semplice controllo pressorio al primo soccorso, fino all’assistenza ad anziani e immigrati e dove poter chiedere consigli sull’acquisto dei farmaci. A tale riguardo, è compito del farmacista consigliare, quando possibile, il ricorso all’uso del farmaco equivalente più appropriato ”.

“Il medico di famiglia – spiega il dottor Francesco Milano, Medico di famiglia Specialista in Igiene e Sanità Pubblica e Responsabile SIMG sezione Soverato – è da sempre il primo interlocutore dei cittadini in tema di sanità. Il suo compito primario è quello di fornire ai propri pazienti consigli per prevenire l’insorgere di disturbi cardiovascolari e la miglior cura possibile”.

“L’iniziativa – spiega il dottor Ivan Policicchio, Market Developement Specialist di Teva Italia – nasce dall’esigenza di dare una corretta informazione sull’importanza della prevenzione cardiovascolare e sul ricorso all’utilizzo dei farmaci equivalenti che, a parità di sicurezza ed efficacia, garantiscono un sensibile risparmio”.

Modereranno l’incontro il dottor Raffaele Mancini, Sindaco di Soverato e Dirigente medico ospedaliero; il dottor Michele De Vita, Responsabile del Polo sanitario territoriale di Soverato; il dottor Francesco Grisafi, Presidente dell’Università della Terza età e del tempo libero; l’avv. Vincenzo Nesci, avvocato di Cittadinanzattiva e presso il Tribunale per i diritti del Malato e il dottor Nicola Lentini, Presidente del Lions Club Soverato V.J.D Serre e Dirigente medico ospedaliero.

 

Tutti gli studi scientifici dimostrano che ridurre il sovrappeso, mantenersi attivi e consumare più frutta e verdura consentono non solo di vivere più a lungo, ma anche di sentirsi meglio, prevenendo malattie cardiovascolari. Diagnosi precoce e controllo di malattie quali ipertensione, iperglicemia, sindrome metabolica, diabete e obesità hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione di scompenso cardiaco, ictus e infarto, che oggi, in Europa, sono causa del 48% di tutti i decessi. E quando è necessario ricorrere a farmaci è bene ricordare che esistono gli equivalenti (o generici). A parità di qualità, sicurezza ed efficacia costano meno, assicurando un bel risparmio sia ai cittadini che al Sistema Sanitario Nazionale.

 

FARMACI EQUIVALENTI

I farmaci equivalenti (detti anche farmaci generici), pur avendo lo stesso principio attivo, presente alla medesima dose, la stessa forma farmaceutica, la stessa via di somministrazione e le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco originale, costano meno, per motivi indipendenti dalla qualità del prodotto, legati alla commercializzazione e sviluppo. Forniscono le medesime garanzie di sicurezza, efficacia e qualità dei farmaci originali ma ad un prezzo inferiore. Questo a tutto vantaggio delle tasche dei cittadini e del Sistema Sanitario Nazionale.

 

MALATTIE CADIOVASCOLARI

Le malattie cardiovascolari rappresentano una delle principali cause di morte nei Paesi industrializzati. Ipertensione arteriosa, iperglicemia, coronaropatie e vasculopatie, infarto e ictus sono patologie spesso invalidanti, destinate a crescere a causa dell’aumento dell’età media. Si stima che gli ipertesi nel nostro Paese siano più di 12 milioni. Ne conseguono circa 195.000 episodi di ictus ogni anno (uno ogni 4 minuti e, in 12.000 casi, si tratta di persone con meno di 45 anni) e 160.000 infarti.

Per maggiori informazioni: www.equivalente.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 − due =