carabinieriIgnoti la notte scorsa si sono introdotti nella parrocchia di San Roberto Bellarmino a Davoli Marina. Con la speranza di poter rubare i soldi lasciati dai fedeli nella cassetta delle offerte hanno, dapprima, danneggiato la porta d’ingresso dei locali dov’è contenuta la cassaforte e frantumato il marmo, senza però riuscire a forzare il contenitore delle offerte. Non contenti, si sono intrufolati nella casa parrocchiale, hanno divelto le finestre e messo a soqquadro gli uffici del parroco. Stesse modalità del precedente episodio che risale a poco meno di un mese fa. Molto amareggiato il parroco don Gregorio Montillo, che aveva finito di riparare qualche giorno addietro i danni provocati dal primo episodio. Un gesto grave, sicuramente, da condannare. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri della stazione di Davoli, diretta dal maresciallo Maddaluno. Le piste battute dagli inquirenti pare siano più di una. Sulla vicenda, considerata la delicatezza, vige il più stretto riserbo anche se i carabinieri starebbero in queste ore passando al setaccio gli ambienti criminali della zona, senza tralasciare quello dei tossicodipendenti.

Gazzetta del Sud del 7.1.2010 – Cesare Barone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 × sette =