Antonio Corasaniti, sindaco di Davoli, decide di rispondere alle perplessità esternate da Cosimo Femia, ex sindaco e consigliere di minoranza, sulla condizione dei lavori e delle procedure sulla messa in sicurezza della statale 106. Per rispondere a Femia che lo accusava di «aver perso troppo tempo e di rischiare seriamente di perdere i finanziamenti necessari per l’attuazione del progetto», il sindaco di Davoli ha convocato una conferenza stampa ad hoc per spiegare il nuovo progetto dell’attuale amministrazione : sistema di illuminazione potenziato, marciapiedi ampliati e realizzazione di un numero adeguato diparcheggi, circa 600, a favore delle attività commerciali collocati lungo tutto il tratto stradale su entrambe le carreggiate e tre rotatorie (già presenti nel progettostralcio di Femia)Cosìsi presenta il nuovo progetto della amministrazione guidata da Corasaniti,il quale durante tutta la conferenza stampa ci tiene a sottolineare, quasi per reprimere la pressione della minoranza, che «la precedente Amministrazione ha realizzato solo proposte progettuali non ben definite e mancanti ancora dei pareri necessari». Corasaniti nel corso delsuo monologo rassicura il consigliere Femia«che tuttii finanziamenti (i suddetti finanziamenti sono stati anche ottenuti dalla precedente amministrazione) da quello di 410.000 euro con l’Anas,il finanziamento di euro 380.000, cofinanziato per l’80 % dalla Regione Calabria, a quello di euro 500.000 stanziati dal Ministero delle infrastrutture, saranno tutti disponibili a favore dell’amministrazione. Piccola eccezione : l’ultimo finanziamento sarà disponibile esclusivamente dal2014e larestantepartesarà utilizzato dal 2015.Si utilizzeranno vecchi finanziamenti macisarà l’opportunitàdiiniziare ilavori conun capitaledi circa 3 milioni di euro.

Il Quotidiano della Calabria – Edoardo Corasiniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 9 = diciotto