davoli corsoPubblichiamo di seguito il comunicato stampa diffuso in data odierna dal Sindaco di Davoli (Cz) Dott. Antonio Corasaniti relativo all’ordinanza del Consiglio di Stato, a cui aveva ricorso la Società “La Stadia” per ottenere la sospensiva sull’appalto di gara della SS 106, dopo che il TAR Calabria l’aveva rigettato in prima istanza: <<In merito all’ordinanza ammessa dal Consiglio di Stato sulla controversia relativa all’appalto della SS 106, i giudici della V Sezione si sono limitati ad accogliere l’appello “ai soli fini della sollecita fissazione dell’udienza di merito da parte del TAR competente”. Sostanzialmente, il Consiglio di Stato non ha fatto altro che rigettare la richiesta di sospensiva avanzata dalla ricorrente “La Stadia” e rimandare gli atti al TAR affinché, “ope legis”, prosegua nell’iter normale del procedimento amministrativo. Che l’Alta Corte dovesse ripassare la palla al Giudice originario è, quindi, un passaggio obbligato previsto dalla legge.

 L’esito di questa seconda ordinanza ci rende estremamente soddisfatti, in quanto ci riconosce il diritto di proseguire i lavori e di ultimarli prima dell’inizio della stagione estiva. Confidiamo, inoltre, che anche il giudizio di merito dia ragione alla nostra tesi difensiva portata avanti in modo pregevole, nei due gradi di giudizio, dall’Avv. Alfredo Gualtieri. Unico obiettivo dell’Amministrazione è quello di realizzare un’opera che, oltre ad essere funzionale e rispondente agli standard di sicurezza, sia anche dignitosa per la cittadina. La realizzazione del progetto migliorerà l’aspetto di Davoli, in quanto, l’attuale strada 106 diventerà, finalmente, il Corso principale della Marina. È evidente che le ricadute per il paese saranno significative sia sotto il profilo commerciale sia dal punto di vista estetico, migliorandone visibilmente l’immagine.

 Ovviamente, ci scusiamo con i cittadini e con i commercianti per i disagi fisiologici connessi all’esecuzione dei lavori, certi che il risultato sarà sicuramente vantaggioso e gratificante per tutti. Per tale motivo facciamo appello alla sensibilità dei davolesi, invitandoli ad una fattiva collaborazione.>>

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + = nove