carabinieri-112Compagnia di Messina Sud. 31enne arrestato dai Carabinieri in esecuzione di ordine di carcerazione. Nel pomeriggio di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Messina – Tremestieri hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, a carico di P.  Antonino, nato a Messina, cl. 1982, noto alle Forze dell’Ordine.

Il prevenuto, secondo quanto indicato nel provvedimento custodiale, dovrà espiare anni uno, mesi sette e giorni 20 di reclusione poiché riconosciuto colpevole del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, commesso in Messina nell’anno 2008.

Dopo la notifica del provvedimento, P. Antonino, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

 Compagnia di Taormina

Giardini Naxos (ME): Usava l’ambulanza per l’attività di spaccio. Pregiudicato 30enne di Gaggi (ME) arrestato dai Carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di “marijuana”.

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, nell’ambito delle attività di prevenzione e di contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nella tarda mattinata di ieri, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, un 30enne, già noto alle Forze dell’Ordine, trovato in possesso di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” pronta per essere immessa sul mercato locale.

In proposito, a seguito di mirata attività info-investigativa, i militari componenti una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Taormina, in collaborazione con i colleghi della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos e di quelli della Stazione Carabinieri di Graniti, nel corso di un predisposto servizio antidroga svolto nel centro abitato di Giardini Naxos, hanno sottoposto a controllo un 30enne, già noto ai militari dell’Arma per precedenti specifici riguardanti reati inerenti la violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti.

L’approfondita attività di indagine, condotta dai Carabinieri aveva da tempo consentito di individuare alcuni soggetti su cui concentrare le attenzioni, poiché presumibilmente responsabili dello spaccio di sostanze stupefacenti nei vari Comuni a ridosso del fiume Alcantara. L’attività investigativa aveva anche consentito, a fronte di approfondita attività di osservazione e pedinamento, di ricostruire le singolari modalità dello smercio. Forti delle risultanze investigative, dunque, i militari, nella mattinata di ieri, decidevano di procedere al controllo del 30enne. Il prevenuto, di fatti, titolare di un’attività di onoranze funebri e servizi di autoambulanze, veniva controllato mentre, alla guida di un’autoambulanza di proprietà, era in transito per una via del centro rivierasco.

Nella circostanza, il 30enne, che era da solo a bordo dell’ambulanza, alla vista dei Carabinieri, ha mostrato subito segni di disagio, tanto da insospettire i militari dell’Arma, che notato l’insolito atteggiamento, dopo averlo identificato in T. Tiziano, nato a Taormina (ME), cl. 1982, residente in Gaggi (ME), hanno effettuato una perquisizione personale e del mezzo di soccorso, rinvenendo nella sua disponibilità, abilmente occultati, all’interno dell’ambulanza 17 dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché un bilancino di precisione.

Nella successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione del citato T. Tiziano, i Carabinieri hanno rinvenuto altresì 6 vasi contenenti germogli di analoga sostanza stupefacente nonché 4 dosi di marijuana, un ulteriore bilancino di precisione e del materiale utilizzato verosimilmente per il confezionamento dello stupefacente.

Tutto lo stupefacente, del peso complessivo di circa 20 grammi ed il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro.

La droga, dopo essere stata accuratamente repertata, sarà trasmessa ai laboratori del RIS Carabinieri di Messina per le relative analisi qualitative e quantitative

Stante la flagranza di reato, T.  Tiziano veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

T.  Tiziano, dopo le formalità di rito, su disposizione del Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Messina, è stato ristretto nelle camere di sicurezza, in attesa dell’udienza che si terrà con rito direttissimo previsto per la giornata odierna presso il Tribunale di Messina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 3 = cinque