anzianiPrende avvio il progetto di educazione sanitaria “Animale e anziano: stimolo alla voglia di vivere”, promosso dall’assessorato alla Sostenibilità ambientale del Comune di Cosenza, in collaborazione con il servizio veterinario dell’Asp e il centro diurno anziani di Donnici.

 

A partire dal 19 luglio, durante i quattro incontri programmati con i veterinari dell’Asp e gli educatori cinofili, i frequentatori del centro di aggregazione si avvicineranno ai temi della tutela degli animali d’affezione e della lotta al randagismo. Tra i vari argomenti si parlerà di: scelta dell’animale da adottare, doveri dei proprietari e diritti degli animali, prevenzione delle malattie degli animali, buone pratiche di comportamento e “pet therapy”.

 

Il programma del progetto è stato presentato in un incontro preliminare martedì scorso, in cui sono intervenute la dottoressa Polino, medico veterinario dell’Asp, la dottoressa Rovito, vice dirigente dei centri anziani comunali e un’educatrice cinofila accompagnata dal cane Lulù.

 

L’obiettivo è avvicinare gli anziani agli animali di affezione per innescare un rapporto di reciproco benessere. La presenza di animali nei centri per anziani è importante e capace di produrre effetti benefici soprattutto a livello psicologico e sociale. Prendersi cura del proprio animale aiuta a combattere la depressione e la solitudine, aprendo alla socializzazione e stimolando l’attività fisica.

 

Durante gli incontri, gli ospiti del centro potranno portare con sé i propri animali domestici, al fine di mettere in pratica quanto appreso. Parte del progetto, è anche la conoscenza della realtà del canile sanitario di Donnici, dove poter incontrare un futuro amico a quattro zampe da accogliere con sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− due = 5