Che cosa è possibile fare per prepararsi a un’emergenza sismica? E come comportarsi? Ecco i consigli della Protezione Civile.

Ecco i consigli della Protezione Civile per prepararsi a un’eventuale emergenza sismica e per affrontarla.

PRIMA DEL TERREMOTO

  • Informati sulla classificazione sismica del comune in cui risiedi (devi sapere quali norme adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza).
  • A scuola o sul luogo di lavoro informati se è stato predisposto un piano di emergenza perché seguendo le istruzioni puoi collaborare alla gestione dell’emergenza.
  • A casa informati su dove si trovano e su come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e gli interruttori generali della luce.
  • Evita di tenere gli oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti: fissa al muro gli arredi più pesanti perché potrebbero caderti addosso.
  • Tieni in casa una cassetta di pronto soccorso, una torcia elettrica, una radio a pile, un estintore ed assicurati che ogni componente della famiglia sappia dove sono riposti.

IN CASO DI TERREMOTO

  • Se sei in luogo chiuso cerca riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante (quelli più spessi) o sotto una trave perché ti può proteggere da eventuali crolli.
  • Riparati sotto un tavolo: è pericoloso stare vicino a mobili, oggetti pesanti e vetri che potrebbero caderti addosso.
  • Non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore: talvolta le scale sono la parte più debole dell’edificio e l’ascensore può bloccarsi e impedirti di uscire.
  • Se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge: potrebbero lesionarsi o crollare o essere investiti da onde di tsunami.
  • Se sei all’aperto, allontanati da costruzioni e linee elettriche: potrebbero crollare.
  • Esci con prudenza indossando le scarpe, in strada potresti ferirti con vetri rotti e calcinacci.
  • Raggiungi uno spazio aperto, lontano da edifici e da strutture pericolanti.
  • Stai lontano da impianti industriali e linee elettriche, è possibile che si verifichino incidenti.
  • Stai lontano dai bordi dei laghi e dalle spiagge marine, si possono verificare onde di tsunami.
  • Evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale perché bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli.
  • Evita di usare il telefono e l’automobile: è necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 4 = uno