corasaniti davoliIl 20 settembre 2013, presso l’auditorium del Ministero dell’Ambiente, si è tenuto il primo tavolo “tecnico” tra il Ministero ed i Comuni ammessi al finanziamento degli Interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici dei rispettivi territori.

Alla riunione hanno partecipato l’Assessore Valerio Gualtieri e l’Architetto Orlando Pittelli, in rappresentanza del Comune di Davoli, beneficiario per l’importo di €. 2.209.000,00, per lavori che riguardano il Municipio, la Pretura, la Scuola Media/Elementare di Via V. Veneto, la Scuola Elementare di Via A. De Gasperi, la Scuola Media Gregoraci e la Scuola Materna di Via Pitagora.

All’apertura dei lavori, il Direttore Generale Ministero dell’Ambiente Prof. Corrado Clini (ex Ministro dell’Ambiente), nel delineare l’importanza dell’oggetto del finanziamento, ha evidenziato come il tema dell’efficientamento energetico rimane un obiettivo centrale per la riduzione dei costi gestionali a carico delle pubbliche amministrazioni, anche in considerazione delle limitate disponibilità nazionali in materia di fonti energetiche. Ha aggiunto che, degli 84 comuni beneficiari, la maggior parte di essi si trovano nelle fasi preliminari (affidamento dei servizi di progettazione e affidamento dei lavori), 23 comuni nella fase di avvenuta aggiudicazione dei lavori e solamente 3 comuni hanno dato avvio ai lavori. Il Prof. Clini ha, tra l’altro, consigliato di utilizzare la procedura dell’appalto integrato in quanto tale soluzione , oltre a garantire la valutazione di soluzioni progettuali, rende rapide le scelte dei contraenti.

Infine è intervenuto, in qualità di referente legale del Ministero, l’Avv. Franchini che ha fornito delucidazioni sulle procedure da seguirsi nelle fasi di redazione dei bandi per l’affidamento dei servizi e dei lavori, confermando la possibilità di suddividere il finanziamento in lotti funzionali in aderenza alle recenti disposizioni legislative (D.L. 21 giugno 2013 n. 63 convertito in legge il 09 agosto 2013 n. 98) che vogliono “tutelare le piccole e medie imprese attraverso una adeguata suddivisione degli affidamenti in lotti funzionali”.

Nell’esprimere la propria soddisfazione, il Sindaco Antonio Corasaniti ha commentato che: “Il Comune di Davoli è tra i soli tre comuni che hanno già iniziato i lavori ed è tra quelli che hanno scelto la procedura dell’appalto integrato, per i vantaggi che ha evidenziato il Prof. Clini. Inoltre, il comune di Davoli ha, per certi versi, anticipato il Decreto del Fare, avendo da tempo chiesto ed ottenuto dal Ministero l’autorizzazione di dividere il finanziamento in tre lotti funzionali, quindi in tre distinte gare, al fine di gestire gli interventi finanziati in maniera più razionale sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello amministrativo. Questo in risposta anche a coloro che, dopo la pubblicazione dei bandi di gara da parte dell’Ufficio Tecnico del Comune, hanno inviato segnalazione allo stesso Ministero dell’Ambiente, ipotizzando irregolarità amministrative. Ancora una volta, questa Amministrazione comunale ha ampiamente dimostrato linearità di comportamento, trasparenza assoluta ed evidente efficienza”.