“Dopo gli ultimi avvenimenti che hanno interessato la Messina social city, diventa sempre più necessario ed urgente adesso mettere ordine sia nella gestione operativa che nell’attività di controllo dell’azienda!.

Con queste parole il consigliere comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia Libero Gioveni, dopo la dichiarata incompatibilità, da parte del Segretario Generale, del Collegio dei Revisori dei Conti dell’azienda (che è lo stesso di quello del Comune) e vista la reiterata assenza della figura del Direttore Generale, ritiene fondamentale procedere subito a riempire le caselle rimaste vuote nell’interesse di una gestione trasparente ed efficiente dei servizi sociali in capo all’azienda speciale.
.
La recente nota chiarificatrice del Segretario Generale Rossana Carrubba che ha sancito l’incompatibilità dei Revisori dell’azienda che già si sono dimessi (essendo contemporaneamente controllori e controllati) – evidenzia Gioveni – impone una immediata accelerazione nelle procedure di nomina del nuovo organo di revisione contabile.

Stessa cosa dicasi per la nomina del nuovo Direttore Generale dopo le irrevocatibili dimissioni di quasi due mesi fa del dott. Natale Trischitta (rientrato in ATM), dimissioni non nuove peraltro visto che nel dicembre 2019 si era già dimesso il primo DG dell’azienda Vincenzo Romano. E’ notorio il fatto – ricorda l’esponente di FdI – che il Dlgs. 267/2000 stabilisca che le attività gestionali di una società non possano essere svolte dal CdAper il cui Presidente Valeria Asquini esprimo tuttavia apprezzamento per il lavo ro fin qui condotto, per cui una buona organizzazione societaria, nonché tutti gli adempimenti amministrativi e contabili non possono prescindere dal coordinamento di una figura operativa e non “politica”.

Se poi a tutto questo si aggiunge adesso anche l’improvvisa assenza del Collegio
 e un Bilancio di Previsione aziendale 2020/2022 bocciato dal Consiglio Comunale
 l’11 gennaio scorso – conclude Gioveni – ci si renderà conto dell’improcrastinabilità di procedere alle nomine di tutte queste figure necessarie per il buon andamento di tutta l’attività amministrativa ed operativa della Messina social city”.

Il consigliere comunale
Capogruppo di FdI
Libero Gioveni