Di seguito la nota diffusa dalla  Federazione Provinciale Esercenti Attività Commerciali  Turismo e dei Servizi   di Reggio Calabria: <<In questi giorni i Commercianti su aree pubbliche si sono visti recapitare da parte del comune di Reggio Calabria le richieste per il pagamento dell’occupazione del suolo pubblico su aree pubbliche (TOSAP) con un aumento del 200% .

Come ANVA, subito dopo la delibera del 13 ottobre 2012 , denunciammo il rischio che tali aumenti , avrebbero provocato come ricaduta negativa sugli operatori.

La grave situazione “strutturalmente deficitaria” del Comune di Reggio Calabria, già riconosciuta dalla precedente giunta non deve essere pagata dai soliti “noti” come gli operatori su aree pubbliche che si vedono sempre vessati e perseguitati.

Abbiamo pubblicamente chiesto l’attivazione di un tavolo di confronto per verificare la possibilità di ridurre al minimo il regime sanzionatorio e prevedere anche la possibilità di predisporre un piano di rateizzazione degli importi per tutti coloro i quali sono IMPOSSIBILITATI a rispettare le scadenze.

Contestualmente chiediamo di rivedere gli importi per il 2013. Oltre ad un adeguamento funzionale delle aree su cui si svolgono i mercati, una seria e definitiva lotta all’abusivismo, una attenta e decisiva lotta all’evasione, un adeguato piano di interventi strutturali per garantire su tutte le aree sicurezza ed igiene attrezzando tale aree con impianti ecologici e punti di rifornimento idrici, ecc..

Le imprese non VOGLIONO e non POSSONO chiudere.

Non si può morire di TASSE e TRIBUTI.

ANVA-CONFESERCENTI vuole che Reggio Calabria sia una città da vivere. Ciò sarà possibile se anche gli operatori commerciali avranno regole certe e rispettare da tutti.>>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due + = 11