foto1Nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto alla diffusione degli stupefacenti, intensificati dal Questore di Reggio Calabria, dr. Guido Longo, in tutto il territorio della Provincia, nella mattinata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Condofuri ha rinvenuto, in c.da S. Leo del Comune di Melito Porto Salvo, una coltivazione di sostanza stupefacente del tipo marijuana con annessa recinzione per una superficie di circa 300 mq.

La successiva attività di polizia giudiziaria ha consentito di individuare un giovane che, sopraggiunto a bordo di un ciclomotore, si prodigava a rimettere in funzione l’impianto appositamente creato per irrigare una piantagione composta di 215 piante di marijuana di altezza variabile dai 15 cm ai 60 cm.

In ragione di quanto accertato, gli operatori di polizia procedevano all’arresto in flagranza di reato dell’uomo, identificato per Martino Filippo Francesco cl. ’92, per la violazione della normativa sugli stupefacenti e al sequestro della piantagione per le successive analisi di laboratorio da parte del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica della Questura di Reggio Calabria. L’A.G. competente, all’esito del giudizio per direttissima, tenutosi nella mattinata odierna, convalidava l’arresto e ne disponeva gli arresti domiciliari.

L’operazione di polizia giudiziaria in parola, ha consentito di sequestrare e sottrarre al mercato del traffico di stupefacenti – primo settore d’interesse nell’evoluzione degli obiettivi della criminalità organizzata – un importante quantitativo di sostanza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 + due =