(MessinaSud.com riceve e pubblica) – In riferimento all’interruzione dell’erogazione idrica nella città di Messina dovuta alla frana verificatasi a Trappitello nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 febbraio che ha divelto la rete idrica che garantisce a Messina l’approvvigionamento dell’ottanta per cento di acqua necessaria per il fabbisogno delle utenze private e pubbliche, occorre valutare tempestivamente la possibilità di accedere ad altre fonti di approvvigionamento per evitare l’emergenza generale. Come è noto la nostra città riceve acqua solo da Fiumefreddo mentre l’accesso all’Acqua proveniente dall’Alcantara è stato interrotto per ragioni economiche. Più volte si sono verificati guasti sulla rete Fiumefreddo e sempre la città paga il duro prezzo per l’assenza di alternative.
Abbiamo posto più volte il problema dei rapporti tra AMAM e Sicilia Acque in merito all’accesso all’acqua proveniente dall’Alcantara e come è noto AMAM e Comune di Messina non hanno inteso più acquistare acqua dalla società della Regione Sicilia per il costo troppo elevato che graverebbe sulle casse dell’AMAM e quindi del Comune. In momenti come questi in cui l’AMAM non distribuisce acqua da sabato è necessario, al fine di scongiurare l’emergenza igienico sanitaria, attivare immediatamente l’erogazione dell’acqua proveniente dall’Alcantara attraverso un provvedimento d’emergenza. E’ inaccettabile far soffrire l’intera città per un guasto così grave che rischia di lasciare senza il prezioso liquido la cittadinanza per altri due giorni e non provvedere all’accesso ad altre fonti che sono immediatamente collegate alla nostra rete.
Il Partito Democratico stamane invierà una lettera al Sindaco con la quale si sollecita di provvedere tempestivamente, attraverso un ordinanza motivata dallo stato di emergenza, ad attivare l’approvvigionamento dell’acqua proveniente dalla condotta Alcantara al fine di assicurare l’erogazione idrica alla cittadinanza. Dalle informazioni in nostro possesso, risulta che al momento vengono buttati cento litri al secondo d’acqua proveniente dalla rete Alcantara per l’interruzione dei rapporti tra AMAM e Sicilia Acque. Tutto questo è inaccettabile e per questo non comprendiamo come mai non si sia provveduto immediatamente a tale soluzione posto che il guasto è apparso molto serio a partire da sabato scorso. La nota sarà inviata per conoscenza al Sig. Prefetto affinché possa vigilare sullo stato di emergenza che la città sta vivendo.
Il Gruppo Consiliare del PD al Comune nel pomeriggio presenterà una pregiudiziale in Consiglio con la quale si chiederà al Sindaco di relazionare in aula sulla questione ed adottare anche se tardivamente il provvedimento sopra esposto.

Il Segretario Cittadino del PD
Giuseppe Grioli