MessinaSud.com riceve e pubblica – Il Sindaco di Messina certifica il fallimento dell’Amministrazione Comunale sulla gestione dei rifiuti, dimostra di aver affrontato con grande superficialità e leggerezza le importanti questioni che ineriscono la gestione integrata dei rifiuti. Mentre le più

 importanti città d’Italia ( in testa Roma) hanno trovato soluzioni per salvare e rendere competitive le vecchie municipalizzate attraverso l’individuazione di partner privati per realizzare l’impiantistica necessaria per economizzare il ciclo integrato dei rifiuti, a Messina si intende mettere in liquidazione una società che ha un capitale appetibile sul mercato. Il Sindaco disattende con tale decisione una mozione approvata dal Consiglio Comunale nei mesi scorsi che impegnava l’Amministrazione Comunale a mettere a bando il 40 % delle azioni di Messinambiente e realizzare gli impianti di biostabilizzazione e pretrattamento dei rifiuti. Si sarebbe potuto procedere alla realizzazione di questi impianti anche senza discarica e questo avrebbe comportato una riduzione notevole dei rifiuti da conferire a Mazzarrà. Invece dopo altalenanti posizioni che andavano dalla ricapitalizzazione al bando andato deserto per l’esternalizzazione del servizio, oggi siamo all’epilogo. La messa in liquidazione comporterà comunque il pagamento dei debiti da parte del Comune azionista al 99 % di Messinambiente. Viene da chiedersi quali interessi sta perseguendo il Sindaco con tali scelte che penalizzano le casse comunali. L’ipotesi che l’ATO ME 3 possa procedere ad un altro bando di gara ci spinge inevitabilmente a verificare con la deputazione regionale del PD la possibilità di iniziative regionali tendenti ad accertare la legittimità di tale scelta ed eventualmente chiedere le opportune determinazioni del dipartimento regionale preposto.

Comunicato stampa Pd Messina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette × 4 =