Lettera di protesta nei confronti del quotidiano “La Repubblica” in merito a quanto pubblicato in data 7 marzo 2021 relativamente al femminicidio di rosaria parisi.

L’Amministrazione Comunale di Giarre, per tramite dell’Assessore alle pari opportunità Ermelinda Nicotra ha inviato nei giorni scorsi una lettera di vibrata protesta nei confronti del quotidiano “La Repubblica” (che si aggiunge a quella inviata dai familiari della vittima) in  merito a quanto pubblicato in data 7 marzo 2021 relativamente al femminicidio avvenuto a Giarre il 28 dicembre 2018 con l’uccisione della concittadina Rosaria Parisi. 

Ecco il testo della nota:

L’assessorato alle pari opportunità del Comune di Giarre, intende inviare un messaggio di protesta e indignazione nei confronti del Dott. Romagnoli, che nel suo art. pubblicato giorno 08-03-2021 su “Repubblica” non ha ben considerato la concittadina Rosaria Parisi uccisa per mano dell’ex marito nel 2018:

Nella giornata celebrativa dell’ 8 Marzo  si attenziona la parità di genere, l’indipendenza, l’affermazione della donna nella società conquistata a caro prezzo; se corre il pensiero verso quelle donne vittime dalla violenza a cui è stata negata la libertà di essere e di vivere, lo si deve fare nel massimo rispetto del loro vissuto, non entrando nella sfera dell’intimo umano, in quanto non conosciuto! La ricostruzione della storia e dei fatti, reinterpretata dal giornalista, ha causato smarrimento e dolore ai familiari, che ancora una volta subiscono la perdita, vedendone violata la memoria. L’amministrazione si stringe attorno alla figlia ed esprime la totale solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× tre = 3