SONY DSCLa scorsa notte, nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Cinisi hanno proceduto all’arresto di due rumeni IACOBUT Dorinel Giorgian, classe 1988 e PINTILIE Vasilica, classe 1979, entrambi pregiudicati e residenti a Partinico, colti in flagranza, nel tentativo di sottrarre un’ingente quantità di gasolio da un auto compattatore della società A.T.O. Palermo 1, la concessionaria del servizio di raccolta rifiuti per i Comuni della provincia occidentale di Palermo.

Erano circa le 3 di notte quando la pattuglia dei Carabinieri di Cinisi stava transitando lungo le vie del Paese, in quello che sembrava dover essere un normalissimo servizio notturno, quando arrivati all’altezza di Piazza Caduti sul Lavoro, i Carabinieri hanno notato che c’era qualcosa di anomalo, del movimento intorno ad un auto compattatore dell’A.T.O., che si trovava ivi parcheggiato.

Insospettitisi, i Carabinieri hanno allertato la Centrale Operativa, ed hanno proceduto al controllo, cogliendo con le proverbiali “mani nel sacco” i due rumeni, nell’atto di trafugare carburante dai serbatoi dell’automezzo da cui avevano aspirato circa 200 litri di gasolio.

I giovani ladri hanno anche cercato di darsi alla fuga, ma la pronta reazione dei Carabinieri ne ha vanificato il maldestro tentativo.

Inevitabilmente l’ arresto per i due, IACOBUT e PINTILIE, essendosi configurato il tentativo di furto aggravato. Recuperata la refurtiva, i militari dell’ Arma hanno condotto i due arrestati in caserma per gli accertamenti di rito, per essere poi sottoposti al giudizio per direttissima.

Dopo la convalida degli arresti, ad entrambi, è stata comminata a seguito del patteggiamento la pena di 8 mesi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due + = 3